(Larry Busacca/Getty Images)

Nick Nolte ha 80 anni

Un po' di foto (due in particolare) e un po' di scene di un attore che difficilmente passa inosservato

(Larry Busacca/Getty Images)

Negli ultimi dieci anni Nick Nolte – da oggi ottantenne – ha recitato in Warrior, La regola del silenzio, Gangster Squad, A spasso nel bosco, The Ridiculous 6, Un viaggio indimenticabile e Attacco al potere 3, oltre che in qualche sporadico episodio di serie tv. Con l’eccezione di Warrior, per il quale fu candidato all’Oscar come miglior attore non protagonista, sono stati quasi sempre ruoli secondari e in nessun caso indimenticabili. Il meglio della sua carriera era arrivato prima, negli anni in cui tra l’altro si parlava di lui spesso per cose che non riguardavano il cinema. Come il suo caratteraccio, la sua complicata vita sentimentale e i suoi problemi legati all’abuso di alcol e droga.

Nolte nacque a Omaha, in Nebraska, l’8 febbraio del 1941 e iniziò a recitare in televisione alla fine degli anni Sessanta, diventando famoso grazie alla miniserie Il ricco e il povero, per cui venne candidato ai premi Emmy. Nel 1992 vinse il Golden Globe come Miglior attore per Il Principe delle maree. All’Oscar, invece, fu candidato tre volte – per Il principe delle maree, per Affliction e poi per Warrior – senza mai vincerlo.

– Leggi anche: Dorothy Arzner, regista

Non si può certo dire, però, che Nolte non abbia avuto una carriera lunga e varia, perché ha recitato in circa 50 film e interpretato personaggi tra loro assai diversi: un ex lottatore e veterano del Vietnam in Warrior, un fotoreporter in Sotto tiro, un allenatore di basket in Basta vincere, un vagabondo filosofo in Su e giù per Beverly Hills, un poliziotto in 48 ore, un avvocato di successo in Cape Fear – Il promontorio della paura. E ha anche recitato, tra gli altri, in La sottile linea rossa, I Love Trouble, Trixie, e Intimate Affairs.

Ci si può fare un’idea di quanto movimentata sia stata la vita di Nolte confrontando un paio di foto scattate a trent’anni di distanza. La prima è quella di una famosa pubblicità di una tinta per capelli del 1972, quando lui aveva 31 anni e faceva il modello (accanto c’era Sigourney Weaver).

La seconda, invece, gliela scattarono nel 2002 a Malibu, in California, dopo che era stato arrestato per guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di stupefacenti: Nolte risultò positivo all’acido GHB, che ammise di aver assunto quotidianamente per quattro anni. Venne condannato a tre anni di libertà vigilata e a controlli periodici per verificare che si fosse disintossicato. Non era la prima volta che si cacciava in guai simili: già nel 1965 era stato arrestato per aver venduto documenti contraffatti e condannato a 45 giorni di carcere e a 75 mila dollari di multa.

(The California Highway Patrol/Getty Images)

In anni più recenti, raccontò quanto e perché recitare continuasse a piacergli molto: