L’Ungheria ha autorizzato il vaccino russo Sputnik V e il vaccino di AstraZeneca: è il primo paese dell’Unione Europea a farlo

L’agenzia che regola i farmaci in Ungheria ha autorizzato la distribuzione del vaccino russo Sputnik V: l’Ungheria è diventata così il primo paese dell’Unione Europea ad autorizzare il vaccino russo e il quarto paese al mondo dopo Russia, Bielorussia, Serbia e Argentina. L’Ungheria ha anche autorizzato la distribuzione del vaccino di AstraZeneca, sviluppato in collaborazione con l’università di Oxford, su cui l’Agenzia europea per i medicinali (EMA), cioè l’agenzia dell’Unione Europea che si occupa di farmaci, non ha ancora dato un parere positivo. L’analisi dell’EMA dovrebbe concludersi entro la fine di gennaio e, se non ci saranno problemi, l’agenzia potrà raccomandare l’autorizzazione del vaccino alla Commissione Europea, che formalmente potrà permetterne l’utilizzo.

– Leggi anche: A che punto è il vaccino di Johnson & Johnson

Le cose da sapere sul coronavirus

(AP Photo/Pavel Golovkin)