Il presidente uscente della Puglia Michele Emiliano al seggio. (Ansa)

In Puglia ha vinto Michele Emiliano

Il governatore uscente sostenuto dal PD ha battuto Raffaele Fitto del centrodestra

Il presidente uscente della Puglia Michele Emiliano al seggio. (Ansa)

Michele Emiliano, presidente uscente sostenuto dal centrosinistra, ha vinto le elezioni regionali in Puglia contro Raffaele Fitto, il suo principale sfidante sostenuto dal centrodestra. Nello spoglio delle schede, con 3.940 sezioni scrutinate su 4.026, Emiliano avrebbe circa il 46,8 per cento dei voti e Fitto il 38,8 per cento.

– Leggi anche: Il liveblog del Post sui risultati del referendum e delle elezioni

Emiliano ottiene la riconferma in un’elezione che, assieme a quella in Toscana, era considerata la più incerta. Secondo i sondaggi pubblicati prima del voto, Fitto era avanti di qualche punto, anche se abbondantemente entro il margine di errore. Inoltre, in Puglia, le forze politiche attualmente al governo nazionale si sono presentate divise: tra i principali partiti, Emiliano era sostenuto soltanto dal PD, mentre sia il M5S sia Italia Viva avevano presentato il proprio candidato. La candidata del M5S è Antonella Laricchia, che ha ottenuto l’11,09 per cento circa dei voti, mentre Italia Viva e Azione hanno sostenuto Ivan Scalfarotto, all’1,6.

Emiliano ha 61 anni, un lungo passato da magistrato, è stato sindaco di Bari e membro del Partito Democratico fino al 2018. Fitto ha 51 anni, è già stato governatore della Regione tra il 2000 e il 2005 e ha un passato in Forza Italia, nella coalizione centrista Noi con l’Italia e da un paio d’anni è passato a Fratelli d’Italia, partito sovranista di destra.