Anna Foglietta prima della proiezione di Notturno, 8 settembre 2020 (Elisabetta Villa/Getty Images)
  • Cultura
  • martedì 8 Settembre 2020

Le foto di martedì a Venezia

Con registi e attori del film israeliano "Laila in Haifa", del documentario italiano "Notturno" e del cinese "Love after love"

Anna Foglietta prima della proiezione di Notturno, 8 settembre 2020 (Elisabetta Villa/Getty Images)

Oggi al festival del cinema di Venezia è il giorno della presentazione di Notturno, l’atteso film del regista italiano Gianfranco Rosi, che nel 2013 aveva già vinto un Leone d’oro per il miglior film con il documentario Sacro GRA. Notturno è stato girato nel corso di tre anni sui confini fra Iraq, Kurdistan, Siria e Libano, e «racconta la quotidianità che sta dietro la tragedia continua di guerre civili, dittature feroci, invasioni e ingerenze straniere, sino all’apocalisse omicida dell’ISIS».

L’altro film in concorso presentato oggi è Laila in Haifa del regista israeliano Amos Gitai: ambientato in un locale notturno di Haifa, in Israele, è presentato così: «Nel corso di una notte, attraverso una serie di incontri e situazioni si intrecciano le storie di cinque donne, che nelle loro relazioni e identità personali sfidano ogni categoria e classificazione». Fuori concorso c’è invece il film Hopper/Welles di Orson Welles, su una sua conversazione con l’attore e regista Denis Hopper che risale al 1970, e Love After Love della regista cinese Ann Hui, che in serata sarà premiata con il Leone d’oro alla carriera.

– Leggi anche: 21 film passati da Venezia, da vedere in streaming