Il re emerito di Spagna Juan Carlos il 28 maggio 2016, a Granada, Spagna (Daniel Perez/Getty Images)
  • Mondo
  • martedì 18 Agosto 2020

L’ex re spagnolo Juan Carlos è scappato negli Emirati Arabi Uniti

Da circa due settimane si erano perse le sue tracce, dopo che aveva annunciato di voler lasciare la Spagna per una imbarazzante questione di soldi

Il re emerito di Spagna Juan Carlos il 28 maggio 2016, a Granada, Spagna (Daniel Perez/Getty Images)

La Casa reale spagnola ha comunicato ufficialmente che l’ex re Juan Carlos si trova negli Emirati Arabi Uniti. Con una breve comunicazione la Casa reale ha chiarito che Juan Carlos si trova nel paese dallo scorso 3 agosto. Due settimane fa l’ex re, con una lettera al figlio, l’attuale sovrano spagnolo Felipe VI, aveva annunciato di voler lasciare il paese e andare in esilio all’estero.

La decisione era arrivata in seguito alle molte pressioni della politica e dell’opinione pubblica spagnola a causa di alcune indagini in cui è coinvolto l’ex sovrano di Spagna. La principale riguarda un bonifico da 100 milioni di euro ricevuto su un conto svizzero per conto di una fondazione panamense legata alla monarchia saudita, che avevano come primo beneficiario proprio Juan Carlos I, e come secondo Felipe VI.

Proprio a causa di questa indagine lo scorso marzo Felipe VI aveva deciso di rinunciare all’eredità di suo padre, il quale a sua volta non avrebbe ricevuto più la somma di denaro prevista annualmente nel bilancio della casa reale, pari a 194.232 euro. Felipe VI aveva ribadito di non sapere nulla di quella fondazione, aggiungendo di essere completamente estraneo a qualsiasi tipo di affare in cui era coinvolto suo padre.

La Casa reale non ha specificato per quanto tempo Juan Carlos rimarrà negli Emirati Arabi Uniti. Secondo El Pais, fonti vicine all’ex re smentiscono che il Paese possa essere la meta finale del suo esilio. Le stesse fonti chiariscono che è stato lo stesso Juan Carlos a volere che fosse reso noto il luogo in cui adesso si trova.

Sempre secondo El Pais sia all’interno del governo spagnolo che della casa reale c’era in queste ultime due settimane un crescente disagio per il fatto che non si conoscesse il paese che l’ex sovrano aveva scelto come luogo dell’esilio, e che stesse viaggiando in incognito come un latitante. Secondo le stesse fonti, questo atteggiamento avrebbe potuto vanificare l’obiettivo dichiarato dallo stesso Juan Carlos: proteggere la monarchia dallo scandalo provocato dall’indagine sui suoi conti nei paradisi fiscali.

Proprio lunedì, poche ore prima che venisse reso pubblico il luogo in cui si trova l’ex re, il governo spagnolo aveva comunque ribadito a Juan Carlos che nel caso fosse stato incriminato avrebbe goduto delle garanzie previste dal sistema spagnolo. Il ministro della Giustizia, Juan Carlos Campo, in un’intervista alla rete SER, ha detto: «Sono convinto che quando la giustizia lo chiamerà, tornerà. Alla giustizia deve essere consentito di svolgere il suo ruolo costituzionale».

Secondo ABC Juan Carlos sarebbe arrivato il 3 agosto negli Emirati Arabi Uniti con un aereo modello Global 6500 della compagnia TAG Aviation, noleggiato per 140.000 euro, che non si sa chi abbia pagato. Il sito Nius ha pubblicato una fotografia dell’ex re che scende dalle scale di un jet, presumibilmente all’aeroporto AZI di Abu Dhabi.