Chicago, 10 agosto 2020 (Scott Olson/Getty Images)
  • Mondo
  • lunedì 10 Agosto 2020

I saccheggi nel centro di Chicago

Sono andati avanti per tutta la notte, dopo le notizie di una sparatoria in cui era stata coinvolta la polizia

Chicago, 10 agosto 2020 (Scott Olson/Getty Images)

Nella notte tra domenica e lunedì nel centro di Chicago, in Illinois, ci sono stati saccheggi, scontri con la polizia e un paio di sparatorie: due persone sono state ferite da colpi di arma da fuoco, 100 sono state arrestate. Diversi negozi sono stati svuotati e devastati, e 13 agenti sono rimasti feriti. Ai disordini hanno partecipato centinaia di persone, che si sono radunate dopo che nel pomeriggio di domenica un uomo era rimasto ferito in una sparatoria con la polizia. «Non avete nessun diritto a distruggere la proprietà altrui. Vi verremo a prendere, non mi importa quale sia la giustificazione per tutto questo: non c’è una giustificazione», ha detto Lori Lighfoot, la sindaca di Chicago, del Partito Democratico.

La prima sparatoria, quella che ha provocato i disordini della notte, è avvenuta nel quartiere di Englewood: la polizia ha risposto alla segnalazione di un uomo con una pistola, che ha sparato agli agenti al loro arrivo, secondo quanto detto da David Brown, sovrintendente della polizia della città. L’uomo è stato ferito gravemente dalla polizia e portato in ospedale: è un 20enne con diversi precedenti per violenza domestica. Secondo Brown, dopo la sparatoria sul posto si è radunata una piccola folla: «gli animi si sono scaldati, alimentati dalla disinformazione» e sono stati organizzati sui social network dei saccheggi nel centro.

La polizia ha perciò dispiegato 400 agenti, che però non hanno impedito che molti negozi venissero presi d’assalto dalla folla. Ci sono state delle sparatorie e due persone sono state ferite, anche se non è ancora chiaro chi abbia sparato a chi e in che circostanze. Lunedì mattina diversi bus e treni per il centro sono stati sospesi e sono stati alzati quasi tutti i ponti per limitare il traffico. L’accesso sarà limitato temporaneamente tra le 8 di sera e le 6 di mattina.

«Dei criminali sono scesi in strada sicuri che non ci sarebbero state conseguenze per le loro azioni», ha detto il sovrintendente Brown. La sindaca Lightfoot ha chiesto che, a differenza di quanto successo per la maggior parte delle persone che avevano approfittato delle proteste antirazziste di giugno per rubare nei negozi, questa volta i responsabili dei saccheggi siano incriminati.

TAG: