(Getty Images)
  • Sport
  • giovedì 6 Agosto 2020

C’è un accordo per vendere la Roma

Il miliardario americano Dan Friedkin ha firmato un contratto per comprarla entro fine agosto dall'attuale proprietà di James Pallotta per circa 591 milioni di euro

(Getty Images)

La società AS Roma SPV, proprietaria di maggioranza della squadra di calcio della Roma e del centro sportivo di Trigoria, ha firmato un accordo vincolante per la vendita delle sue quote al Friedkin Group di Dan Friedkin, miliardario californiano di 54 anni, entro la fine di agosto. L’attuale proprietà del club, che fa capo all’investitore statunitense James Pallotta, valuta l’operazione in circa 591 milioni di euro, che dovrebbero comprendere oltre 250 milioni di debiti pregressi e circa 85 milioni di aumento di capitale. Insieme alla squadra verrà venduto anche il progetto per il nuovo stadio di cui si parla ormai da anni.

Le due scadenze fissate per il passaggio di proprietà sono il 17 agosto e il 31 agosto. Se l’operazione non dovesse concludersi entro quest’ultima data, entrambe le parti avranno il diritto di risolvere l’accordo sottoscritto. Pallotta, presidente della Roma dal 2012 e ora in uscita, ha commentato l’operazione dicendo: «Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Friedkin Group per la vendita dell’AS Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’AS Roma».

Dan Friedkin, a sinistra, con il regista Ridley Scott alla presentazione del film “Tutti i soldi del mondo” (Getty Images)

L’operazione, di cui si parlava da mesi, era sembrata vicina alla chiusura già a inizio anno, ma la pandemia aveva bloccato le trattative. Il nuovo presidente della società potrebbe essere lo stesso Friedkin, a capo dell’omonimo gruppo, o suo figlio Ryan. Le loro attività principali si concentrano nella Gulf States Toyota Distributors, una rete di concessionarie di automobili Toyota nel sud degli Stati Uniti, fondata negli anni Sessanta dal miliardario Thomas H. Friedkin, padre di Dan, morto nel 2017. Nel corso degli anni il gruppo, con base a Houston, in Texas, è diventato uno dei più grandi distributori di Toyota al mondo, con un giro d’affari intorno ai 9 miliardi di dollari.

La rivista Forbes stima che il patrimonio personale di Friedkin sia di 4,3 miliardi di dollari, che ne farebbero il 504º uomo più ricco al mondo. Il suo gruppo possiede inoltre una catena alberghiera, l’Auberge Resorts, e una casa di produzione cinematografica, la Imperative Entertainment, con cui ha prodotto il film svedese The Square, vincitore della Palma d’Oro a Cannes nel 2017, e Tutti i soldi del mondo, film del 2017 di Ridley Scott. Lo stesso Friedkin ha realizzato un film da regista, dal titolo Lyrebird, presentato un anno fa al Telluride Film Festival.

– Leggi anche: Dan Friedkin lo avete già visto in “Dunkirk”

Il comunicato pubblicato dalla Roma si conclude con una breve dichiarazione degli acquirenti: «Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma».