(AP photo/Jon Super)
  • Sport
  • venerdì 26 Giugno 2020

I festeggiamenti dei tifosi del Liverpool per la vittoria della Premier League

Davanti allo stadio di Anfield, dopo che la sconfitta del Manchester City aveva sancito la loro prima vittoria del campionato in 30 anni

(AP photo/Jon Super)

Giovedì notte il Liverpool ha vinto con sette giornate di anticipo la Premier League, il più importante campionato di calcio inglese. La vittoria è stata sancita dalla sconfitta del Manchester City secondo in classifica contro il Chelsea: alla fine della partita, quando la vittoria del campionato è diventata certa, i tifosi del Liverpool si sono raccolti intorno allo stadio di Anfield per festeggiare il primo campionato vinto dopo 30 anni: cantando, sparando fuochi d’artificio e accendendo fumogeni rossi, il colore del Liverpool.

Per il Liverpool è il diciannovesimo titolo inglese in 128 anni di storia e la prima Premier League. Il campionato di calcio inglese come lo conosciamo oggi venne infatti rifondato, riorganizzato e ribattezzato nel 1992, e fino a questa stagione il Liverpool non era mai riuscito a vincerlo. L’ultima volta che fu campione d’Inghilterra, nel 1990, era allenato dallo scozzese Kenny Dalglish.

Tra i protagonisti di questa vittoria, che per la forza della squadra sembrava inevitabile da diversi mesi, c’è l’allenatore tedesco Jürgen Klopp, molto amato dai tifosi e molto presente anche nel video celebrativo pubblicato giovedì sera dal Liverpool.

Negli ultimi cinque anni Klopp ha rifondato la squadra riuscendo a migliorare stagione dopo stagione: l’anno scorso ha vinto la Champions League nella finale inglese di Madrid contro il Tottenham. Il suo Liverpool è la squadra che meglio rappresenta le ultime tendenze del calcio europeo, con il suo stile di gioco verticale basato sul pressing costante e su azioni rapide che raggiungono la porta avversaria il più velocemente possibile.