(ANSA/CESARE ABBATE)
  • Italia
  • sabato 20 Giugno 2020

Le notizie di sabato sul coronavirus in Italia

Nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono 262, e i morti 45: la Lombardia continua a essere la regione coi dati peggiori

(ANSA/CESARE ABBATE)

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati registrati 262 nuovi casi di contagio da coronavirus e 49 morti, secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile. I casi totali sono 238.275, 262 in più rispetto a venerdì. Le persone attualmente ricoverate nei reparti di terapia intensiva sono 152, 9 in meno rispetto a ieri. I nuovi pazienti “guariti o dimessi” sono 546, per un totale di 182.453.

Le cose da sapere sul coronavirus

In Lombardia sono stati registrati 165 nuovi casi di contagio. I dati lombardi continuano a essere di gran lunga i peggiori in Italia. Le altre regioni con il maggior incremento del numero dei casi confermati sono Emilia-Romagna (28), Piemonte (27) e Lazio (14). In sette regioni – Marche, Campania, Sicilia, Trentino-Alto Adige, Umbria, Molise, Basilicata – non sono stati registrati nuovi casi di contagio.

Questi, comunque, sono numeri da prendere con estrema cautela: in Italia, così come in moltissimi altri paesi del mondo, il numero dei casi positivi accertati comprende solo le persone che sono risultate positive al tampone, ma non le centinaia di migliaia di persone che hanno contratto il virus e non hanno mai fatto il test, e che quindi non sono mai rientrate nei conteggi ufficiali. Un discorso simile si deve fare per il numero dei morti, e anche il numero dei guariti e dimessi deve essere preso con le molle (qui c’è la spiegazione lunga sui numeri e sulle necessarie prudenze da avere nell’interpretarli).

È stata una giornata molto poco movimentata per quanto riguarda le novità sulla pandemia. La ministra della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, ha annunciato che il governo prorogherà lo smart working per i dipendenti pubblici, che al momento dovrebbe concludersi a fine luglio.

In un comunicato stampa l’INPS ha fatto sapere che circa 135mila lavoratori non hanno ricevuto il sostegno della cassa integrazione straordinaria.

Stasera ricomincerà invece la Serie A dopo una pausa di circa tre mesi: la prima partita in programma sarà Torino-Parma, recupero della 25esima giornata, mentre nei prossimi dieci giorni si giocherà praticamente sempre fra anticipi, recuperi, turni infrasettimanali e partite del weekend.