• Mondo
  • sabato 7 Marzo 2020

La Turchia non permetterà più ai migranti di raggiungere la Grecia via mare

Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha ordinato alla Guardia costiera di bloccare i migranti che tentano di raggiungere la Grecia attraversando il mar Egeo. La decisione, hanno detto le autorità turche, è stata presa per ragioni di sicurezza. La Turchia, comunque, continuerà a permettere l’attraversamento della frontiera via terra, a cui però si oppone la Grecia, che ha completamente chiuso i suoi confini con il territorio turco.

Sabato la polizia greca ha sparato gas lacrimogeno per disperdere i migranti che si erano riuniti al passaggio di confine di Kastanies, e che avevano lanciato pietre agli agenti greci urlando di aprire il confine. Negli ultimi giorni le autorità greche hanno inoltre accusato la polizia turca di lanciare gas lacrimogeno contro di loro al di là del confine, cercando di forzare l’attraversamento della frontiera da parte dei migranti.

Recep Tayyip Erdoğan aveva annunciato di aver aperto i confini del paese ai migranti intenzionati a raggiungere l’Europa alla fine di febbraio, poco dopo che 36 soldati turchi erano stati uccisi vicino a Idlib, l’unica zona della Siria ancora sotto il controllo dei ribelli, dove la Turchia sta cercando di fermare l’avanzata del regime siriano e del suo principale alleato, la Russia.

Leggi anche: La crisi dei migranti fra Turchia e Grecia, spiegata bene

Migranti al confine tra Turchia e Grecia (Burak Kara/Getty Images)