(Moncler)
  • Moda
  • giovedì 20 Febbraio 2020

Uno degli eventi più interessanti della settimana della moda a Milano

Moncler ha presentato 12 collaborazioni con diversi stilisti, ognuno ha reinterpretato il piumino a modo suo

(Moncler)

Mercoledì sera durante la settimana della moda di Milano, in corso dal 18 al 24 febbraio, è stata presentata la terza edizione di Moncler Genius, uno degli eventi più importanti e attesi di questi giorni nel settore. Moncler Genius è tra i progetti di maggior successo di Moncler, azienda fondata in Francia nel 1952 e poi completamente trasformata dall’imprenditore comasco Remo Ruffini, che la comprò nel 2003. Molti esperti lo considerano tra i progetti più innovativi e interessanti nel mondo della moda di oggi; prevede la collaborazione con diversi stilisti e aziende di moda che reinterpretano Moncler e il suo capo più famoso, il piumino, secondo il proprio gusto e stile.

Leggi anche: Com’è che Moncler va sempre meglio

Le collaborazioni di questa edizione sono dodici: Sergio Zambon e Veronica Leoni per Moncler 1952, Sandro Mandrino per Moncler Grenoble, Simone Rocha, Craig Green, Matthew Williams di 1017 ALYX 9SM, Hiroshi Fujiwara, Richard Quinn, Poldo Dog Couture (che fa accessori e abbigliamento per cani) e JW Anderson, appena entrato nel progetto. Sono state presentate dentro un enorme spazio in via Molise e ogni installazione aveva uno spazio dedicato e contrassegnato da un numero per riconoscerlo.

L’installazione più scenografica è stata per molti quella di Moncler Grenoble, dove un gruppo di acrobati ha camminato orizzontalmente sulle pareti di una stanza, visibile agli spettatori attraverso una vetrata. Moncler Genius sarà presentato al pubblico domenica 23 febbraio: per partecipare ci si può registrare online qui.

L’installazione di Moncler Grenoble per Moncler Genius, Milano, 19 febbraio 2020 (Pietro S. D’Aprano/Getty Images)