Una gru crollata sulla cattedrale di Francoforte, danneggiandone il tetto. (Thomas Lohnes/Getty Images)
  • Mondo
  • martedì 11 Febbraio 2020

Le foto della tempesta Ciara in Europa

Ha causato gravi danni e diversi morti, tra cui una donna in provincia di Sondrio

Una gru crollata sulla cattedrale di Francoforte, danneggiandone il tetto. (Thomas Lohnes/Getty Images)

Da giorni una tempesta chiamata dai meteorologi Ciara, oppure Sabine in alcune nazioni, sta portando forti venti, pioggia e neve in diversi paesi europei, con gravi danni, disagi ai trasporti e diversi morti, uno dei quali in Italia. Ciara ha interessato per primo il Regno Unito, verso la fine della scorsa settimana, e si è progressivamente spostata verso sud-est arrivando a interessare il Nord Italia nella giornata di martedì. Una donna di 77 anni è morta a Traona, in provincia di Sondrio, dopo essere stata colpita da un pezzo di un tetto divelto dal forte vento. Anche nei vicini paesi di Morbegno e Talamona ci sono stati danni come alberi sradicati, cartelloni pubblicitari abbattuti e tetti divelti.

In Polonia una donna e i suoi tre figli sono stati colpiti dal tetto di un negozio nella località sciistica di Bukowina Tatrzańska; nel sud della Svezia un uomo è morto dopo che la sua barca si è rovesciata, mentre l’uomo che viaggiava con lui è ancora disperso; in Germania un uomo è morto in un incidente d’auto legato al forte vento nell’Assia, mentre in Slovenia un altro uomo è morto dopo che un albero è caduto sulla sua auto. Un’altra morte per incidente d’auto dovuto al vento è stata registrata in Repubblica Ceca.

In provincia di Cuneo, i forti venti hanno scoperchiato le lamiere sul tetto dello stabilimento dell’acqua Sant’Anna a Vinadio, e hanno fatto ribaltare un tir parcheggiato nel piazzale: lo stabilimento è stato sgomberato e chiuso ieri. Nel torinese le raffiche di vento hanno superato i 210 chilometri orari.

Lunedì sera in Corsica sono stati registrati venti a 220 chilometri orari di velocità, mentre nel Regno Unito è esondato il fiume Ouse, nel sud dell’Inghilterra. A Francoforte, in Germania, una gru è caduta sul tetto della cattedrale della città, provocando gravi danni, mentre ad Amburgo l’alta marea ha fatto allagare il mercato del pesce. Centinaia di migliaia di case sono rimaste temporaneamente senza elettricità nel Nord Europa, a causa dei danni alle linee elettriche.

Ciara ha causato grandi disagi e rallentamenti nei trasporti su gomma, ferroviari e aerei nel Regno Unito e nei paesi del Nord Europa. Ci sono stati ingorghi, cancellazioni e strade chiuse. Lunedì è stato chiuso per diverse ore il ponte di Øresund, che collega la Svezia alla Danimarca.

Tra le conseguenze secondarie della tempesta Ciara, un volo di British Airlines ha impiegato meno di cinque ore per percorrere la tratta tra New York e Londra, grazie ai venti favorevoli: è un record per un volo subsonico, cioè che viaggia sotto alla velocità del suono, pari a circa 1100 chilometri all’ora in quota. Ci ha messo 4 ore e 56 minuti, mentre la durata media del volo è di 6 ore e 13 minuti.