bugo
(Youtube)
  • martedì 4 Febbraio 2020

Chi è Bugo, che canta con Morgan a Sanremo

Nella sua carriera lunga quasi trent'anni ha pubblicato nove dischi e diversi singoli, ma è alla prima partecipazione al Festival

bugo
(Youtube)

Bugo, nome d’arte di Cristian Bugatti, è un cantautore di 46 anni in gara stasera al Festival di Sanremo insieme a Morgan con la canzone “Sincero”. È nato a Rho, in provincia di Milano, ma è poi cresciuto in provincia di Novara. Iniziò la sua carriera musicale all’inizio degli anni Novanta con i Quaxo, che però si sciolsero dopo due anni, dopodiché cominciò a lavorare in fabbrica continuando nel frattempo a comporre canzoni. Bugo – che ha pubblicato in tutto nove dischi – ottenne un discreto successo a partire dai primi anni 2000, ma questa è la sua prima partecipazione al Festival di Sanremo.

– Potrebbe interessarti: L’inaspettato podcast del Post sul Festival di Sanremocon Matteo Bordone e un pezzo della redazione del Post

Bugo non è riconducibile a un genere particolare, dato che ne ha esplorati molti: folk, rock, pop cantautoriale e elettronica. Ancora oggi non è famosissimo per il grande pubblico, perché i suoi singoli – specialmente i primi della sua carriera – non sono di quelli che finiscono facilmente nelle rotazioni radiofoniche. Bugo è però diventato discretamente famoso per un pubblico “di nicchia”, come si dice, ed è riuscito a coltivare la sua immagine di musicista sofisticato e carismatico.

Oltre a dedicarsi alla musica, Bugo ha esplorato anche l’arte visiva soprattutto nel periodo tra il 2008 e il 2014. A proposito della sua esperienza in questo campo, Bugo ha detto: «Volevo prendermi una pausa dalla musica, e così a partire dal 2008 ho “tradito” la musica con la sua migliore amica, l’arte! Un amore “clandestino” ma stupefacente che è durato 5/6 anni, poi il richiamo al primo amore, la musica, mi ha fatto chiudere la parentesi artistica con l’arte».

Il testo di “Sincero”

Le buone intenzioni, l’educazione
La tua foto profilo, buongiorno e buonasera
E la gratitudine, le circostanze
Bevi se vuoi ma fallo responsabilmente
Rimetti in ordine tutte le cose
Lavati i denti e non provare invidia
Non lamentarti che c’è sempre peggio
Ricorda che devi fare benzina
Ma sono solo io
E mica lo sapevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Scegli il vestito migliore per il matrimonio
Del tuo amico con gli occhi tristi
Vai in palestra a sudare la colpa
Chiedi un parere anonimo e alcolista
Trovati un bar che sarà la tua chiesa
Odia qualcuno per stare un po’ meglio
Odia qualcuno che sembra stia meglio
E un figlio di puttana chiamalo fratello
Ma sono solo io
Non so chi mi credevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Abbassa la testa, lavora duro
Paga le tasse buono buono
Mangia bio nei piatti in piombo
Vivi al paese col passaporto
Ascolta la musica dei cantautori
Fatti un tatoo, esprimi opinioni
Anche se affoghi rispondi sempre
Tutto alla grande
Però di te m’importa veramente
Aldilà di queste stupide ambizioni
Il tuo colore preferito è il verde
Saremo vecchi indubbiamente ma forse meno soli
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Essere alcolizzato spaccare i camerini
E invece batto il cinque come uno scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Ma non ti piace più
Ma non ti piace