(Mike Lawrie/Getty Images)
  • domenica 2 Febbraio 2020

Le regole del football americano in dieci minuti

Cos'è la linea di scrimmage, come si fa un touchdown e perché gli arbitri lanciano fazzoletti gialli in campo, tra le altre cose

(Mike Lawrie/Getty Images)

Questa notte, poco dopo la mezzanotte, ci sarà il Super Bowl, la finale del campionato professionistico di football americano, un evento seguitissimo, che va oltre lo sport, e che si fa vedere anche da chi magari di football americano se ne intende poco o niente. Per chi volesse provarci, magari dopo aver scelto chi tifare tra i Kansas City Chiefs e i San Francisco 49ers, questa è una guida a immagini pensata per profani, con le cose essenziali da sapere per capirci qualcosa di quel che succede tra uno spot e l’altro, per riuscire cioè ad apprezzare la bellezza di quel “THUP!” di quando il lancio del quarterback viene preso da un ricevitore in volo sulla zona di touchdown.

Le regole

I falli

L’impressione è che nel football americano sia permesso tutto. In realtà ci sono diversi tipi di falli e alcuni colpi di violenza eccessiva e non necessaria sono proibiti e vengono sanzionati. C’è anche da considerare che non tutti i giocatori possono fare le stesse cose: alcuni per esempio non possono compiere i placcaggi finché la loro squadra non è passata all’azione di attacco. Altri possono compiere dei blocchi, ma solo in certe zone del campo: i cornerback, i difensori che si occupano di impedire la ricezione dei lanci, possono spingere i ricevitori solo nelle prime cinque iarde dal punto dove è iniziata l’azione.

Leggi anche: La notte del Super Bowl