Terry Jones nel 2012 a Toronto, in Canada (Getty Images)
  • Cultura
  • mercoledì 22 gennaio 2020

È morto Terry Jones dei Monty Python

Aveva 77 anni ed era stato attore, regista e scrittore, facendo anche diverse cose autonome rispetto al gruppo comico di cui faceva parte

Terry Jones nel 2012 a Toronto, in Canada (Getty Images)

È morto Terry Jones, membro del gruppo comico britannico Monty Python, diventato famoso tra gli anni Sessanta e Settanta e da allora considerato uno dei più importanti gruppi comici di sempre. L’annuncio della sua morte, avvenuta il 21 gennaio, è stato fatto oggi dai suoi familiari. Nel 2015 gli era stata diagnosticata un’afasia primaria progressiva, una condizione che porta alla perdita delle capacità linguistiche, e dal 2016 non era più in grado di dare interviste.

Jones era nato nel 1942 a Colwyn Bay, in Galles, e il primo membro dei futuri Monty Python con cui entrò in contatto fu Michael Palin, perché i due recitavano nella stessa compagnia teatrale. Dopo la laurea collaborò per un po’ con la BBC e, insieme con Palin, conobbe gli altri membri britannici di quelli che sarebbero diventati i Monty Python, e ai quali si sarebbe poi aggiunto l’americano Terry Gilliam. Il gruppo iniziò a esistere nel 1969 e all’inizio si fecero notare grazie al programma televisivo Monty Python’s Flying Circus.

Il Monty Python’s Flying Circus andò in onda fino al 1974 ed era strutturato come un insieme di sketch che ebbero una notevole influenza su parte della comicità degli anni e dei decenni successivi, perché metteva in scena situazioni poco convenzionali e bizzarre, rinnovando tutte le tecniche comiche conosciute fino ad allora, e perché, tra le altre cose, i Monty Python rinunciarono alla convenzionale battuta finale, la cosiddetta punch line. Ma, soprattutto, si trattava di una  comicità con un livello intellettuale altissimo, frutto del background culturale dei membri del gruppo.

Nel 1975 i Monty Python decisero di girare il primo film non composto da episodi (dopo aver raccolto nel lungometraggio E ora qualcosa di completamente diverso alcuni dei loro sketch migliori): uscì così Monty Python e il Sacro Graal, seguito da Brian di Nazareth (che ebbe un enorme successo di critica e di pubblico e che suscitò moltissime polemiche per l’uso della satira in un contesto religioso) e l’ultimo Monty Python – Il senso della vita, nel 1983, che vinse il Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes.

Jones fu sia attore che regista in tutti e tre: Monty Python e il Sacro Graal, Brian di Nazareth e Monty Python – Il senso della vita. Il suo ultimo film da regista, Un’occasione da Dio, è del 2015.

Come ricorda il New York Times, Jones era anche appassionato ed esperto di storia e autore di libri per ragazzi.