• Mondo
  • mercoledì 8 gennaio 2020

Giuseppe Conte oggi incontrerà a Roma sia il primo ministro libico Fayez al Serraj che il maresciallo Khalifa Haftar

Il primo ministro Giuseppe Conte oggi incontrerà separatamente a Roma sia il primo ministro libico Fayez al Serraj che il maresciallo Khalifa Haftar, che controlla l’est e un pezzo di sud della Libia. Diversi giornali scrivono che l’incontro tra Conte e Haftar è iniziato a Palazzo Chigi nel primo pomeriggio, mentre quello con al Serraj dovrebbe avvenire sempre a Roma in serata: al Serraj al momento si trova a Bruxelles, dove oggi è in corso una riunione d’emergenza dei ministri degli Esteri di Italia, Francia, Germania e Regno Unito per discutere della crisi libica.

Nelle ultime settimane la guerra in Libia tra il governo di al Serraj e le truppe di Haftar, che va avanti dal 2014, si è fatta più intensa, soprattutto a causa dell’approvazione da parte del parlamento turco del dispiegamento di soldati a sostegno delle truppe del governo di al Serraj. Sabato scorso c’era stato un bombardamento su un’accademia militare di Tripoli, in Libia, che aveva provocato almeno 28 morti, e lunedì l’esercito di Haftar aveva detto di aver conquistato Sirte, una città costiera a 370 chilometri a est di Tripoli che finora aveva fatto parte del territorio controllato dal governo libico appoggiato dall’ONU.

Leggi anche: La guerra in Libia sta diventando una guerra di altri

L'incontro tra Conte e Haftar lo scorso maggio (ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE/ FILIPPO ATTILI)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.