(Luna Nera, Netflix)
  • Cultura
  • mercoledì 1 Gennaio 2020

Le novità di gennaio su Netflix

"Messiah", "Luna Nera" e i nuovi episodi di "Sex Education" e "BoJack Horseman", e poi una serie di film recenti e non

(Luna Nera, Netflix)

Ogni giorno su Netflix c’è qualcosa che arriva e qualcosa che parte, e ogni mese qui sul Post facciamo una selezione delle novità più interessanti. Queste sono quelle di gennaio, con particolare attenzione ai nuovi arrivi di oggi, quando tendenzialmente può capitare di non avere molto da fare e, comunque, non molta voglia di farlo. Tra le tante cose ci sono la serie MessiahIl mago di Oz, la prima stagione della serie italiana Luna Nera e i nuovi episodi di Sex Education, TitansBoJack Horseman.

1 gennaio

American Hustle
Film del 2016 di David O. Russell con Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper, Jeremy Renner e Jennifer Lawrence, tratto da una storia vera. Parla infatti di un’operazione condotta dall’FBI dal luglio del 1978 al 1980, chiamata Abscam, che si concluse con la condanna di 19 persone per corruzione e associazione a delinquere. È un film godibile, di quelli che possono accontentare anche persone con gusti tra loro diversi.

Una pallottola spuntata 2½ – L’odore della paura
È del 1991 ed è il sequel della commedia demenziale Una pallottola spuntata, a sua volta tratta dalla serie tv Quelli della pallottola spuntata. Il protagonista, il tenente Frank Drebint, è interpretato da Leslie Nielsen, e ci recita anche O.J. Simpson. Potrebbe interessare quelli che trovano divertente una frase come «Non volevo che il caso di questo caso venisse risolto per caso a caso. Avevo pochi indizi a disposizione, l’unica speranza era che il laboratorio scoprisse qualcosa per caso».

Messiah (prima stagione)
È una nuova serie originale Netflix diretta da James McTeigue, regista di V per Vendetta. Parla dell’arrivo, ai giorni nostri, di un uomo che dice di essere il Messia. «Per alcuni è un’occasione per credere. Per altri è il pericolo di un inganno».

1 gennaio/2

Barnyard – Il cortile
Film di animazione di una quindicina di anni fa che ha per protagonisti un bue, un topo, un pollo, un maiale e un furetto. È un film per bambini, senza tante cose pensate per non annoiare gli adulti.

I Flinstones
Del 1994, con Fred, Barney, Wilma, Betty e compagnia bella interpretati da attori e attrici in carne e ossa. Fred è interpretato da John Goodman e la madre di Wilma è Elizabeth Taylor.

La teoria del tutto
Film sugli anni giovanili dell’astrofisico britannico Stephen Hawking e sull’inizio della sua relazione con la moglie Jane. Quando aveva 21 anni, nel 1963, a Hawking fu diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), una grave malattia neurodegenerativa, che lo portò presto alla paralisi. Hawking è interpretato dall’attore inglese Eddie Redmayne, che per questo ruolo nel 2015 vinse l’Oscar.

Skam Italia (tre stagioni)
È la versione italiana di una serie su un gruppo di liceali romani (di quelle che in genere parlano dei e piacciono ai liceali e non ai loro genitori). Ci sarà anche una quarta stagione, dopo che per un po’ era sembrato che invece no, ed è una serie interessante per la sua multimedialità. Prima di arrivare su Netflix, era solo su TIMVision.

1 gennaio/3

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato
Del 1971, tratto da un romanzo di Roald Dahl, diretto da Mel Stuart e con Gene Wilder che interpreta Willy Wonka. Si racconta che a Dahl non piacque, in particolare perché dedicava troppe attenzioni a Wonka e poche a Charlie, il bambino protagonista. Roger Ebert ne scrisse che era «il miglior film del suo genere dai tempi del Mago di Oz».

Il mago di Oz
Quello di cui parlava Ebert. Uscì nel 1939, diretto da Victor Fleming, e nella storia del cinema ha un posto importante, per certi versi paragonabile a quello di Via col Vento (anch’esso su Netflix). Per chi volesse provare qualcosa di più intenso, c’è tutta una storia sul fatto che lo si possa vedere togliendo l’audio e sostituendolo con tutto The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd.

South Park (stagioni 20 e 21)
Che si aggiungono ad altre stagioni, compresa la prima e tutte quelle dalla 16esima in poi.

3 gennaio

Chiamatemi Anna (terza stagione)
Terza e ultima stagione della serie originale Netflix tratta da Anna dai capelli rossi. Potrebbe essere la serie giusta per chi, leggendo Anna dai capelli rossi, l’ha canticchiato come nella sigla del cartone animato.

4 gennaio

Go! Go! Cory Carson (prima stagione)
«Un’avventura di puro divertimento», evidentemente per bambini.

Dracula (miniserie)
Una nuova versione delle vicende con al centro il noto vampiro, questa volta interpretato da Claes Bang.

10 gennaio

Titans (seconda stagione)
Netflix la descrive con gli aggettivi cruda, cupa e violenta. Sempre Netflix ne scrive: «Dopo essersi messo in proprio, Dick Grayson, l’ex partner di Batman, incontra un gruppo di giovani eroi turbolenti che hanno il disperato bisogno di una guida».

Suits (ottava stagione)
È una serie che parla di avvocati ed è ambientata a New York. Se non l’avete mai vista probabilmente ne avete sentito parlare per via di Meghan Markle, la moglie del principe Harry del Regno Unito, che ha interpretato uno dei personaggi principali fino alla settima stagione.

15 gennaio

Grace and Frankie (sesta stagione)
Penultima stagione dell’apprezzata serie tv con protagoniste Jane Fonda e Lily Tomlin.

17 gennaio

Sex Education (seconda stagione)
Una delle novità di Netflix più apprezzate dell’anno appena concluso, con protagonisti un ragazzo un po’ goffo e impacciato la cui madre è una famosa sessuologa, e una serie di altri ragazzi e ragazze della sua scuola.

Ares (prima stagione)
Una serie olandese con protagonista una ragazza che entra a far parte di una strana confraternita, che «affonda le proprie radici nei segreti diabolici della storia olandese».

24 gennaio

Le terrificanti avventure di Sabrina (terza parte)
La serie in cui Sabrina, personaggio di fantasia creato negli anni Settanta, è interpretata da Kiernan Shipka.

29 gennaio

Notte sul pianeta Terra
Una docu-serie sulle «meraviglie del mondo notturno in una prospettiva inedita».

31 gennaio

Ragnarok
Serie norvegese su una piccola città norvegese che deve vedersela con un’apparentemente imminente cataclisma.

BoJack Horseman (sesta stagione, seconda parte)
Gli ultimi episodi di una delle serie di animazione più apprezzate di Netflix.

Luna Nera (prima stagione)
Una attesa serie italiana che prende spunto dal libro Le città Perdute e la cui sinossi spiega: «Italia, XVII secolo. In seguito alla morte di un neonato, Ade, una levatrice di 16 anni, viene accusata di stregoneria. Trovato rifugio in una misteriosa comunità di donne al limitare del bosco, la ragazza è costretta a fare una scelta: l’amore impossibile per Pietro – figlio del capo dei Benandanti, i cacciatori di streghe – o l’adempimento del suo vero destino, una minaccia per il mondo in cui vive, diviso tra ragione e misticismo».