Torino, 11 dicembre (Andrea Alfano/LaPresse)
  • Italia
  • mercoledì 11 Dicembre 2019

Le foto della manifestazione delle “sardine” a Torino

In Piazza Castello c'erano diverse migliaia di persone, che si sono scambiate dei libri e hanno cantato "Bella Ciao" a bocca chiusa

Torino, 11 dicembre (Andrea Alfano/LaPresse)

Ieri sera migliaia di persone hanno partecipato alla manifestazione organizzata dal movimento delle “sardine” a Torino, in Piazza Castello. Il movimento è nato poche settimane fa in Emilia-Romagna per manifestare la propria opposizione alla Lega di Matteo Salvini ma negli ultimi tempi ha organizzato proteste in varie città e attirato consensi piuttosto trasversaliSecondo la Stampa ieri a Torino c’erano diversi tipi di persone, da quelle che avevano manifestato a favore e contro la TAV in Val di Susa passando per gli elettori di sinistra «che non andavano in piazza dall’epoca dei girotondi», le manifestazioni contro il governo di Silvio Berlusconi organizzate nel 2002.

Dal palco hanno parlato diversi studenti universitari ma anche Nicolò Pagani, un professore di liceo diventato una piccola celebrità televisiva quando un mese fa aveva abbandonato il programma l’Eredità dopo averne vinto diverse puntate per tornare a insegnare. Sul palco Pagani ha inaugurato un’iniziativa che era stata annunciata in anticipo, cioè uno scambio spontaneo di libri: Pagani ha regalato a un ex partigiano l’ultimo libro del giornalista e scrittore torinese Massimo Gramellini. Poi la cantante Alice Uli Protto ha suonato una versione del canto partigiano Bella Ciao a bocca chiusa, «per tutte le vittime di violenza che non hanno potuto parlare», ha spiegato.

Le prossime manifestazioni delle sardine sono previste a Forlì (12 dicembre), Venezia (13 dicembre) e Roma (14 dicembre).