(Valerio Portelli/LaPresse)

L’Italia è il paese più euroscettico dell’UE

Lo dice l'annuale sondaggio realizzato dal Parlamento Europeo: rispetto all'anno scorso abbiamo superato pure la Repubblica Ceca

(Valerio Portelli/LaPresse)

Martedì l’ufficio tecnico del Parlamento Europeo ha diffuso la nuova edizione del Parlemeter, l’annuale sondaggio che realizza nei 28 paesi dell’Unione Europea per esaminare la propria popolarità e quella dell’Unione in generale. Secondo la rilevazione di quest’anno, l’Italia risulta essere il paese più euroscettico fra i 28: soltanto il 37 per cento degli intervistati italiani ritiene che l’appartenenza all’Unione Europea sia una cosa positiva. La percentuale è la più bassa assieme a quella registrata in Repubblica Ceca, dove però le persone che ritengono l’appartenenza all’Unione Europea esplicitamente negativa sono di meno.

Negli ultimi anni l’Italia era spesso capitata nella parte bassa di classifiche del genere, ma è la prima volta che occupa l’ultimo posto da quando nel Parlemeter viene rilevata la popolarità dell’Unione Europea. Nell’edizione dell’anno scorso l’Italia era penultima, ma nell’ultimo anno la percentuale di intervistati italiani che ritiene positiva l’appartenenza all’UE è scesa di 5 punti, dal 42 al 37 per cento. La media europea è del 59 per cento, più bassa di tre punti rispetto alle rilevazioni del 2018.

Non sono dati molto sorprendenti, se pensiamo alle posizioni dei principali partiti italiani riguardo all’Unione Europea. La Lega, il partito che alle ultime elezioni europee ha ottenuto il 34 per cento, fino a qualche anno fa sosteneva esplicitamente l’uscita dall’euro e dall’Unione Europea, e negli ultimi giorni ha avviato una petizione per fermare la riforma del Meccanismo europeo di Stabilità (il cosiddetto MES). Secondo i sondaggi più recenti i loro alleati di Fratelli d’Italia – un altro partito euroscettico di estrema destra – hanno raggiunto il 10 per cento dei sondaggi. Anche il Movimento 5 Stelle, che vinse le elezioni politiche del 2018 e da allora fa parte della coalizione di governo, ha delle posizioni storicamente ambigue, ma tendenzialmente ostili, sull’Unione Europea, e soltanto di recente ha rigettato la descrizione di partito apertamente «euroscettico».

Il Parlemeter è stato realizzato per conto del Parlamento Europeo dalla rispettata società Kantar, che si occupa di ricerche di mercato. Il campione è stato di 27.607 persone contattate nei 28 paesi dell’UE e intervistate in maniera frontale.

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?