• Mondo
  • mercoledì 23 ottobre 2019

Trump ha annunciato la cancellazione della sanzioni imposte alla Turchia dopo l’attacco in Siria contro i curdi

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che cancellerà le sanzioni che erano state imposte alla Turchia dopo l’attacco in Siria contro i curdi. Poco prima Trump aveva lodato su Twitter l’accordo raggiunto per il controllo dell’area lungo il confine tra la Turchia e la Siria, parlando di «un grande successo», aggiungendo che «i curdi sono al sicuro».

Le sanzioni comprendevano alcune limitazioni verso due ministeri turchi (quello della Difesa e quello dell’Energia) e ai ministri della Difesa, dell’Energia e dell’Interno, oltre a un aumento dei dazi sull’acciaio turco importato negli Stati Uniti. Erano una misura decisa per convincere la Turchia a interrompere gli attacchi contro i curdi siriani nel nord della Siria, che erano iniziati dopo il ritiro dell’esercito statunitense da quell’area e con il benestare implicito di Trump (che poi su Twitter lo ha rivendicato scrivendo: «Che combattano!»). Gli Stati Uniti avevano poi convinto la Turchia ad accettare una tregua di alcuni giorni per permettere il ritiro dei curdi dalle zone di confine; la tregua è poi stata estesa di altri sei giorni dopo l’accordo di questa settimana tra Turchia e Russia.

(AP Photo/Carolyn Kaster)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.