• Mondo
  • lunedì 21 ottobre 2019

In Israele Benjamin Netanyahu ha detto che non riesce a formare un governo

Il primo ministro uscente di Israele, Benjamin Netanyahu, ha annunciato che non è in grado di formare un governo che abbia il sostegno della maggioranza del Parlamento. Netanyahu governa Israele da dieci anni ma il suo partito non ha ottenuto la maggioranza assoluta alle elezioni dello scorso settembre; peraltro si era votato anche lo scorso aprile, ma a causa di una lunga lite interna alla sua coalizione anche allora non era riuscito a mettere insieme una maggioranza.

Netanyahu aveva ricevuto l’incarico di formare un governo dopo il fallimento di un precedente negoziato con Benny Gantz, leader del partito centrista Blu e Bianco, che ora ha ricevuto a sua volta l’incarico dal presidente della Repubblica. Gantz dovrebbe avere il sostegno anche della coalizione di partiti che rappresenta gli arabi israeliani, arrivata terza alle ultime elezioni, ma comunque non arriverebbe alla maggioranza assoluta.

Benjamin Netanyahu (Lior Mizrahi/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.