A Bologna è stato eseguito un trapianto di vertebre umane, il primo al mondo secondo i medici

A Bologna, presso l’Istituto ortopedico Rizzoli, è stato effettuato un trapianto di vertebre umane, il primo al mondo secondo il gruppo di medici che lo ha condotto. L’intervento è stato eseguito il 6 settembre scorso su un paziente di 77 anni con una forma maligna di tumore osseo, ma la notizia dell’operazione è stata comunicata solo oggi. Il paziente è stato dimesso, dopo avere trascorso un paio di settimane di controllo post-operatorio e poi alcune settimane in un reparto per la fisioterapia. Un tratto della sua colonna vertebrale è stato ricostruito utilizzando vertebre da donatore cadavere trattate presso la Banca del Tessuto Muscolo-scheletrico dell’Emilia-Romagna. Di solito per interventi di questo tipo si ricorre a materiale sintetico o all’autotrapianto di materiale osseo proveniente da altre parti del corpo, come il femore, ma con esiti alterni a causa delle differenze nelle strutture ossee. Una protesi al titanio avrebbe complicato il trattamento del tumore, che richiede sedute di radioterapia.

Istituto ortopedico Rizzoli, Bologna (Google - StreetView)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.