Il Tribunale dell’Unione Europea ha stabilito che FCA deve pagare 30 milioni di euro di tasse al Lussemburgo

Il Tribunale dell’Unione Europea, uno dei due organi che compongono il sistema giurisdizionale dell’Unione e il secondo per importanza dopo la Corte di giustizia dell’Unione, ha stabilito che il gruppo automobilistico Fiat Chrysler Automobiles (FCA) dovrà pagare circa 30 milioni di euro di tasse al Lussemburgo, dove ha sede una sua società controllata, confermando una decisione della Commissione Europea del 2015. Secondo la Commissione, gli accordi fiscali concessi a FCA dal Lussemburgo negli ultimi anni non sono legali e dunque FCA ha un debito con il sistema fiscale del Lussemburgo. FCA e il Lussemburgo avevano fatto ricorso contro la decisione della Commissione, ma il Tribunale dell’Unione Europea non ha dato loro ragione.

Il Tribunale si è espresso anche su un altro caso simile, che riguardava Starbucks e i Paesi Bassi, ma in questo caso ha stabilito che l’azienda americana non ha evitato tasse che invece avrebbe dovuto pagare secondo la Commissione Europea.

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?

(Uli Deck/picture-alliance/dpa/AP Images)