(Apple)

Che cosa presenta Apple martedì

Secondo le anticipazioni circolate finora, ci saranno tre nuovi iPhone con nomi piuttosto Pro Max, quadratoni e altre cose Plus

(Apple)

I nuovi iPhone 11 saranno presentati da Apple nel corso di un evento speciale organizzato per il prossimo martedì (10 settembre) presso l’Apple Park, il grande campus che l’azienda ha costruito di recente a Cupertino, in California (Stati Uniti). Come avviene sempre prima degli eventi Apple, nelle ultime settimane sono circolate molte anticipazioni su cosa sarà presentato dal CEO Tim Cook e dagli altri dirigenti della società.

iPhone
Secondo i principali siti di tecnologia statunitensi, Apple quest’anno presenterà tre diversi modelli di iPhone e i loro nomi dovrebbero essere: iPhone 11 Pro, iPhone 11 Pro Max e iPhone 11, destinati a rimpiazzare rispettivamente gli attuali iPhone XS, XS Max e XR. Non dovrebbero esserci grandi novità dal punto di vista del design e dell’estetica: molto cambierà all’interno, con processori più potenti e veloci e una fotocamera di nuova generazione. Mancheranno invece novità più significative come l’aggiunta della compatibilità per le reti cellulari 5G e un lettore di impronte digitali, per sbloccare il telefono, che forse sarà compreso nei modelli del prossimo anno e nascosto al di sotto dello schermo.

Fotocamera
La fotocamera dei nuovi iPhone sarà decisamente nuova, almeno a giudicare da alcune fotografie che sono circolate nelle ultime settimane. Occuperà più vistosamente un angolo del retro dello smartphone e avrà tre obiettivi per il modello di maggior pregio e due per quello più economico. Gli obiettivi saranno compresi in un grosso quadrato in rilievo.

iPhone 11
Sarà il modello base (potrebbe anche chiamarsi iPhone 11R) e un aggiornamento dell’attuale iPhone XR. Avrà uno schermo LCD da 6,1 pollici e assomiglierà molto al modello presentato lo scorso anno, e che ha venduto meglio delle aspettative rispetto ai modelli più costosi. La fotocamera posteriore avrà due obiettivi, uno per avere un minimo di zoom ottico. Sarà venduto in una nuova serie di colori e avrà un processore A13, lo stesso che si prevede sarà presente sui modelli più cari.

iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max
Il nuovo iPhone 11 Pro sarà il successore dell’attuale iPhone XS e anche in questo caso manterrà stesse dimensioni e design, fatta eccezione per il quadratone posteriore con le fotocamere; avrà uno schermo da 5,8 pollici OLED.

Il nuovo iPhone 11 Pro Max, non sarà esteticamente molto diverso dall’attuale iPhone XS Max, a parte avere un nome lunghissimo; lo schermo sarà OLED e da 6,5 pollici.

Entrambi i modelli avranno una fotocamera posteriore con tre diversi obiettivi: una lente offrirà il classico grandangolo e la seconda uno zoom, mentre non è ancora chiaro a cosa servirà il terzo obiettivo. Lo zoom sugli XS è apprezzato, quindi Apple potrebbe offrire con la terza lente un’opzione per avere ulteriori ingrandimenti oppure un supergrandangolo.

Apple ha inoltre lavorato per perfezionare Face ID, il sistema di riconoscimento della faccia per sbloccare il telefono osservandone lo schermo. La nuova versione dovrebbe funzionare da più angolazioni, permettendo di sbloccare gli iPhone anche quando sono posati sul tavolo. Sono stati inoltri sostituiti alcuni materiali per rendere più resistenti gli iPhone agli urti e alle cadute.

Sui nuovi iPhone dovrebbe essere infine inserito il nuovo processore A13, più veloce della generazione precedente (come sempre del resto). Dovrebbe invece sparire definitivamente il 3D Touch, il sistema per attivare opzioni di vario tipo premendo più forte sullo schermo e che non ha mai avuto molto successo.

Sistemi Operativi
Apple ha presentato lo scorso giugno le novità che riguardano i sistemi operativi per gli iPhone (iOS), per gli iPad (iPadOS), per gli Apple Watch (watchOS), per Apple TV (tvOS) e per i computer (macOS). La loro fase di test è pressoché terminata e saranno probabilmente messi a disposizione nelle prossime settimane: le date precise saranno come al solito comunicate nel corso dell’evento.

MacBook Pro
Apple potrebbe presentare una nuova versione del suo notebook più potente e costoso, da 16 pollici e con un design sensibilmente rivisto. Le novità più grandi potrebbero riguardare la tastiera, che sugli attuali modelli si è rivelata poco affidabile e molto sensibile alla polvere.

Apple TV
Potrebbe esserci anche un aggiornamento per Apple TV, il dispositivo da collegare al proprio televisore per vedere contenuti in streaming, ascoltare la musica tramite Apple Music e accedere alle proprie fotografie tramite iCloud. La novità potrebbe coincidere con l’arrivo di Apple TV+.

Apple TV+
Apple sta potenziando la sua presenza nel settore dei servizi online e della produzione diretta di contenuti. Come anticipato nel corso di un evento speciale tenuto a marzo, la società sta per mettere a disposizione degli utenti Apple TV+, un servizio in streaming con serie e film prodotti direttamente dall’azienda. L’abbonamento, che offrirà anche contenuti prodotti da altre emittenti e case di produzione, dovrebbe costare poco meno di 10 dollari al mese ed essere disponibile a partire da novembre.

Arcade
Un altro servizio atteso, e su quale Apple dovrebbe dare qualche dettaglio in più martedì, è Arcade: una nuova opzione per avere videogiochi in abbonamento su iOS, spendendo circa 5 dollari al mese. L’iniziativa prevede di mettere a disposizione un catalogo con titoli realizzati in esclusiva per iOS e altri già prodotti per altre piattaforme.

Apple Watch Series 5
La Serie 5 che sarà presentata martedì dovrebbe portare meno novità rispetto a quella dello scorso anno, per lo meno per quanto riguarda il design. I nuovi smartwatch avranno processori più potenti e saranno più efficienti per quanto riguarda il consumo della batteria. Apple potrebbe aggiungere alcune funzionalità, come un sistema per tenere traccia della qualità del proprio sonno, una funzione che hanno diversi smartwatch sul mercato ma che manca sugli Apple Watch.

Apple Tag
Infine, Apple potrebbe presentare un proprio portachiavi (tracker) bluetooth da applicare agli oggetti, in modo da ritrovarli quando vengono persi. Il dispositivo non sarebbe molto diverso da quelli che fanno una cosa analoga già in vendita, ma potrebbe comunque offrire una migliore integrazione con gli iPhone e il loro sistema operativo. Non tutti i siti di tecnologia sono comunque convinti che Apple presenti questa novità martedì.

L’evento Apple sarà trasmesso in streaming sul sito dell’azienda alle 19 italiane e, per la prima volta, potrà anche essere visto in diretta su YouTube.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.