• Mondo
  • giovedì 5 settembre 2019

Jo Johnson, fratello minore di Boris Johnson, si è dimesso da ministro e da parlamentare

Jo Johnson, fratello minore del primo ministro Boris Johnson, si è dimesso inaspettatamente da ministro dell’Istruzione e da parlamentare perché «combattuto tra la lealtà familiare e l’interesse nazionale». Johnson non ha dato molti dettagli sui motivi della sua decisione, che comunque sembrano essere legati alle recenti e controverse decisioni prese dal governo su Brexit.

Johnson, che al referendum del 2016 su Brexit aveva votato a favore della permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea, era stato eletto parlamentare con il Partito Conservatore alle ultime elezioni politiche per la circoscrizione di Orpington, in Inghilterra. Era già stato ministro nel governo di David Cameron e poi in quello di Theresa May, dal quale però era uscito perché contrario all’accordo su Brexit raggiunto con i negoziatori europei. Era tornato a fare il ministro dopo l’elezione di Boris Johnson a capo del Partito Conservatore e di conseguenza a primo ministro britannico.

Jo Johnson (AP Photo/Alberto Pezzali)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.