Henrikh Mkhitaryan con la maglia dell'Arsenal (Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 2 settembre 2019

Henrikh Mkhitaryan in prestito dall’Arsenal alla Roma

Il trequartista armeno è stato preso in prestito per completare il reparto offensivo della squadra allenata da Paulo Fonseca

Henrikh Mkhitaryan con la maglia dell'Arsenal (Getty Images)

Il trequartista armeno Henrikh Mkhitaryan è stato ceduto in prestito dall’Arsenal alla Roma per 3 milioni di euro nell’ultima giornata del calciomercato estivo. Mkhitaryan viene da tre stagioni tutto sommato deludenti trascorse in Premier League tra Manchester United e Arsenal. Ha 30 anni e in Serie A cercherà di rilanciarsi per tornare ai livelli raggiunti con il Borussia Dortmund e in precedenza con lo Shakhtar Donetsk, la squadra che lo lanciò nel grande calcio europeo. A Roma troverà peraltro un ex allenatore dello Shakhtar, il portoghese Paulo Fonseca, ingaggiato in estate.

Mkhitaryan è figlio di Hamlet Mkhitaryan, uno dei più grandi calciatori armeni. È cresciuto nel Pyunik di Yerevan e nel 2009 si trasferì in Ucraina, il campionato in cui si impose come uno dei più interessanti trequartisti della sua generazione. Nella stagione 12/13 con lo Shakhtar di Mircea Lucescu arrivò a segnare 29 gol in 42 presenze tra campionato e coppe, attirando l’interesse di molte grandi squadre europee: alla fine lo prese il Borussia Dortmund per quasi 30 milioni di euro. Mkhitaryan è ambidestro, può giocare come trequartista o esterno offensivo e le sue qualità più evidenti sono tecnica, rapidità con e senza palla, visione di gioco e bravura negli inserimenti. Negli ultimi anni ha subito parecchi infortuni che ne hanno frenato la carriera.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.