• Mondo
  • mercoledì 21 agosto 2019

Donald Trump ha rimandato il suo viaggio in Danimarca perché la prima ministra danese aveva escluso la vendita della Groenlandia agli Stati Uniti

Donald Trump ha rimandato il suo viaggio in Danimarca perché la prima ministra danese Mette Frederiksen aveva escluso la vendita della Groenlandia agli Stati Uniti. Trump avrebbe dovuto visitare la Danimarca a settembre, ma ha scritto su Twitter di aver cancellato il viaggio per via dei commenti di Frederiksen sulla sua idea di comprare la Groenlandia, la grande isola tra l’oceano Atlantico e l’oceano Artico che fa parte della Danimarca. A parlare dell’idea di Trump di comprare la Groenlandia per conto degli Stati Uniti era stato per primo il Wall Street Journal, ma pochi giorni dopo lo stesso Trump aveva confermato la cosa, spiegando che non fosse una priorità ma un’idea che stava valutando. La notizia era stata da subito molto commentata in tutto il mondo e Mette Frederiksen la aveva definita “una discussione assurda”. Trump ha ringraziato Frederiksen per la sua franchezza e ha detto che organizzerà il suo viaggio in Danimarca un’altra volta.

La città di Tasiilaq, sulla costa orientale della Groenlandia (AP Photo/Felipe Dana)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.