• Mondo
  • mercoledì 14 agosto 2019

Trump ha rinviato a dicembre nuovi dazi su alcuni prodotti cinesi per non influenzare negativamente gli acquisti di Natale

Il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato che rinvierà al 15 dicembre l’entrata in vigore di nuovi dazi su alcuni prodotti di importazione cinese, per non influenzare negativamente gli acquisti di Natale.

I prodotti in questione fanno parte della lunga lista di beni – per un totale di 300 miliardi di dollari all’anno – su cui Trump aveva annunciato dazi a partire dall’1 settembre nell’ambito della guerra commerciale avviata con la Cina. Ma l’introduzione dei dazi avrebbe comportato un aumento dei prezzi per alcuni prodotti di largo consumo, specialmente sotto Natale, come smartphone, computer portatili, console e capi d’abbigliamento: per queste categorie i dazi saranno sospesi ed entreranno in vigore soltanto il 15 dicembre.

Il Guardian fa notare che ad ogni modo la maggior parte dei dazi entrerà effettivamente in vigore l’1 settembre: a meno che nel frattempo Cina e Stati Uniti trovino un accordo che li sospenda.

(Tasos Katopodis/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.