Matteo Salvini dice che vuole “pieni poteri”

Lo ha detto dopo il suo comizio a Pescara, confermando di volersi candidare alle elezioni per fare il presidente del Consiglio, ora che si va verso la crisi di governo

Matteo Salvini (Valerio Portelli/LaPresse)

Al termine del suo comizio tenuto a Pescara giovedì sera, il ministro dell’Interno e capo della Lega, Matteo Salvini, ha confermato di volersi candidare come presidente del Consiglio, chiedendo agli italiani di votarlo. Salvini lo ha detto a poche ore di distanza dall’incontro avuto con l’attuale presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel quale aveva espresso la sua volontà di togliere il sostegno della Lega al governo per andare a nuove elezioni. Intervistato dai giornalisti dopo il comizio, Salvini ha detto:

Chiedo agli italiani, se ne hanno la voglia, di darmi pieni poteri per fare quello che abbiamo promesso di fare fino in fondo, senza rallentamenti e senza palle al piede. […] Siamo in democrazia, chi sceglie Salvini sa cosa sceglie.

Salvini ha chiesto che si vada a elezioni anticipate, mettendo di fatto fine a questo governo, e forse alla legislatura, dopo settimane di litigi e contrasti tra la Lega e il Movimento 5 Stelle. Giuseppe Conte ha risposto chiedendo che la crisi sia portata in Parlamento, la sede appropriata per sfiduciare il governo, e ha promesso la massima trasparenza nei processi politici e istituzionali delle prossime settimane per gestire la crisi vera e propria. Il M5S ha detto di essere pronto alle elezioni, così come hanno fatto i principali partiti di opposizione. Formalizzata la sfiducia al governo in Parlamento, spetterà al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, stabilire tempi e modalità per l’eventuale formazione di un nuovo governo o per sciogliere le camere e procedere con nuove elezioni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.