Cuore, cervello e polmoni fatti di mappe

Organi e ossa fatti con la cartina di Zurigo, nel lavoro dell'artista tedesca Katrin Rodegast

Katrin Rodegast è un’artista e illustratrice che lavora con la carta: in uno dei suoi lavori più recenti, Anatomical Paper Organs, commissionato dal Politecnico di Zurigo per la sua rivista Globe, ha creato organi e ossa del corpo umano con le mappe della città di Zurigo.

L’ETH di Zurigo, come viene chiamato il politecnico, è un’università di scienza e tecnologia con un importante centro di ricerca. Rodegast ha spiegato che la parte più difficile del lavoro è stata trovare cartine abbastanza grandi di Zurigo, visto che ormai non le usa più nessuno, e in molti casi ha dovuto farsele spedire direttamente dalla Svizzera. Già appassionata di biologia, scienza e corpo umano, per creare organi e ossa di carta ha svolto un grande lavoro di ricerca sui libri di anatomia, per cercare di riprodurre anche i dettagli. Le foto sono state scattate dal fotografo Ragnar Schmuck e poi pubblicate sulla rivista universitaria o usate per scopi pubblicitari.

Anatomical Paper OrgansKatrin Rodegast per il Politecnico federale di Zurigo, foto di Ragnar Schmuck

Del suo lavoro con la carta Rodegast dice di adorare l’aspetto grafico e di come possa cambiare con l’illuminazione: «come mondi tridimensionali possano magicamente essere creati da uno schizzo che prima era piatto e digitale». Al Guardian ha spiegato che in Anatomical Paper Organs la carta ha funzionato bene per dimostrare quanto siano dettagliati e delicati i nostri organi.

Rodegast vive a Berlino e prima di dedicarsi al suo lavoro da artista ha lavorato come graphic designer. Con la carta ha realizzato set per riviste come il New York Times Magazine, Wired, Architectural Digest o clienti come Google e Coca-Cola, tra gli altri. Potete vedere questi e altri suoi lavori sul suo sito e sul suo account Instagram.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.