• Italia
  • martedì 9 luglio 2019

L’aeroporto di Linate chiuderà per tre mesi: le cose da sapere

Dal 27 luglio al 27 ottobre, per lavori di rifacimento e manutenzione: il grosso dei voli sarà trasferito su Malpensa

(Stefano Porta/LaPresse)

L’aeroporto di Linate – uno dei tre aeroporti che servono Milano e il più vicino alla città – rimarrà chiuso dal 27 luglio al 27 ottobre 2019. Ci saranno infatti lavori di rifacimento e ristrutturazione: verrà rifatta la pista di decollo e atterraggio, verranno rinnovati l’area imbarchi e l’impianto di smistamento bagagli. Dopo il 27 ottobre l’aeroporto tornerà utilizzabile, anche se alcuni di questi lavori continueranno fino al 2021.

— Leggi anche: Perché le compagnie aeree smarriscono i bagagli?

I lavori per il rinnovamento dell’area imbarchi comprendono l’ampliamento dei negozi presenti, compresi quelli dell’area ristoranti: «L’offerta spazierà dalle eccellenze cittadine ai trends più recenti e sarà modulata per accogliere tutte le esigenze», si legge sul sito. Non è la prima volta che l’aeroporto di Linate chiude: successe già nel 1982 e nel 2002, sempre per permettere lavori e manutenzione della pista.

Gran parte dei voli che oggi partono e arrivano a Linate verrà trasferita all’aeroporto di Malpensa: entrambi fanno parte dello stesso gruppo, Società Esercizi Aeroportuali (SEA). Gli altri voli (principalmente alcuni voli Alitalia) verranno effettuati dal terzo aeroporto molto usato a Milano, cioè quello di Bergamo-Orio al Serio. Alcune compagnie aeree hanno già smesso di vendere biglietti da e per Linate nel periodo di chiusura, mentre altre offrono il rimborso del biglietto o la sostituzione della destinazione, comunicandolo direttamente ai passeggeri. In caso abbiate un volo prenotato da o per Linate in quel periodo, e non abbiate ancora ricevuto comunicazioni, conviene chiedere informazioni direttamente alla compagnia.

Per facilitare il carico di passeggeri di Malpensa, che aumenterà considerevolmente, sono stati investiti 18 milioni di euro per ampliare e rinnovare i gate e fare altri lavori di adeguamento al sistema di smistamento bagagli. Inoltre, ci saranno una serie di potenziamenti per facilitare gli spostamenti dalla città all’aeroporto: raddoppieranno i treni Malpensa Express, che collegano l’aeroporto e Milano; aumenterà la frequenza degli autobus nelle ore di punta; e infine verrà rimborsato il pedaggio autostradale per chi usa l’A4 per andare in aeroporto da Milano.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.