10 serie “classiche” su Netflix e Amazon, da recuperare nell’estate

Dalle "comedy" che hanno fatto scuola a quelle che a distanza di pochi anni sono già citatissime, da guardare col ventilatore acceso

D’estate è più bello stare fuori che dentro, certo, però magari a luglio inoltrato non la penserete più così: perché farà ancora più caldo, i vostri amici saranno in vacanza, e vi renderete conto che a uscire spesso si spendono un bel po’ di soldi. Soprattutto se quest’estate non avete in programma grandi vacanze, quindi, abbiamo raccolto dieci serie “classiche”, o perché già un po’ vecchie o perché sono diventate in fretta celebratissime e citate. Le abbiamo scelte tra quelle disponibili su Netflix e Amazon Prime Video (a cui potete avere accesso se siete abbonati al servizio Amazon Prime), così che siano pratiche da guardare.

Seinfeld
Stagioni: 9
Dove: Amazon Prime

È considerata la più influente – e la più divertente, da molti – serie comedy di sempre, realizzata tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta da Jerry Seinfeld e Larry David. È una di quelle serie che gli appassionati citano in continuazione, piene di episodi e battute entrati nella cultura popolare americana, tipo il “Soup Nazi” qui sotto. Non c’è una trama, ci sono quattro amici che vivono a Manhattan e fanno cose normalissime e altre assurde, come andare al cinema o salvare balene spiaggiate. Ma non importa: uno degli episodi più celebri è interamente ambientato in un parcheggio sotterraneo, nel quale i protagonisti non riescono a ritrovare l’auto.

Homeland
Stagioni: 7
Dove: Netflix 
Amazon Prime

Fu una “serie-evento” quando ancora non ce n’erano così tante, di “serie-evento”: tenne attaccate tantissime persone e fece parlare di sé sui giornali con una profondità allora poco comune. Poi si perse un po’, e le ultime stagioni non sono piaciute quasi a nessuno. Si parla di un Marine tornato negli Stati Uniti dopo anni di prigionia in Iraq, e dell’agente della CIA che sospetta sia una minaccia per la sicurezza nazionale. Sia su Netflix che su Amazon Prime ci sono solamente le prime cinque stagioni.

30 Rock
Stagioni: 7
Dove: Amazon Prime

È una storica serie di NBC ideata, scritta e interpretata dalla comica Tina Fey, in cui c’è anche Alec Baldwin. Parla di uno show televisivo comico e delle persone che lo fanno, soprattutto dal punto di vista dei rapporti con la rete e dei compromessi quotidiani a cui sono costretti gli autori. È la serie da vedere se siete appassionati di comicità televisiva americana, insieme a Studio 60 on the Sunset Street.

Mad Men
Stagioni: 7
Dove: Netflix

Una di quelle serie che potrebbero cambiarvi, di quelle che sono la preferita di molti e la seconda preferita di molti altri. Pubblicitari, New York degli anni Sessanta, sigarette, superalcolici, e soprattutto una caratterizzazione dei personaggi forse ai massimi livelli mai raggiunti dalla televisione. E poi Jon Hamm, ovviamente.

Friday Night Lights
Stagioni: 5
Dove: Amazon Prime

È una serie americanissima, da guardare per immergersi negli Stati Uniti profondi di un liceo texano, seguendo le vicende della sua squadra di football che si intrecciano alle dinamiche sociali e politiche locali. Storie di adolescenti problematici, tensioni razziali, infortuni terribili, relazioni giovanili, balli di fine anno, classe media americana: cose che avete già visto e stravisto, ma raccontate molto bene. È considerata una delle migliori serie sullo sport di sempre.

Lost
Stagioni: 6
Dove: Netflix

Dai lo sanno anche i muri: l’incidente aereo, l’isola, e tantissimi misteri. Nelle conversazioni sulle serie tv della vita c’è sempre chi tira fuori Lost, chi parte con una filippica indignata sul declino dopo la terza stagione, chi spiega che si verificò per via dello sciopero degli sceneggiatori, e poi alla fine c’è quello che ammette di non averla mai vista. Ecco, forse è la serie più adatta di tutte all’ozio estivo, dopo che l’avrete vista sarete contenti e avrete recuperato un pezzo enorme della cultura popolare degli ultimi vent’anni.

The Office
Stagioni: 9
Dove: Amazon

Altra serie di culto, caso in cui una serie che ne rifaceva un’altra (l’originale era inglese, con Ricky Gervais) ebbe più successo di pubblico e critica: qui il capo scemo e stronzo e Steven Carell, e l’ufficio in cui è ambientata si occupa di distribuzione della carta. È una di quelle girate tipo documentario, coi personaggi che parlano in camera come se fossero interviste. La vedete spesso nei meme.

Downton Abbey
Stagioni: 6
Dove: Amazon Prime

Magari occupare le vostre afose sere di luglio con una serie in costume non vi convince, ma chiedete ai tantissimi che sono rimasti per anni appesi alle vicende della famiglia Crawley nello Yorkshire degli anni Dieci del Novecento. C’è da perdersi, con tutti quei personaggi e quelle sottotrame, ma è anche una delle cose più belle.

Parks and Recreation
Stagioni: 7
Dove: Amazon Prime

Da vedere se avete recuperato The Office e ne volete ancora: il genere è lo stesso, ma questa è ambientata in un ufficio del dipartimento per la manutenzione dei parchi pubblici di una città dell’Indiana. L’ha scritta Amy Phoeler, tra gli altri ci sono Aziz Ansari, Chris Pratt e Nick Offerman.

The Good Wife
Stagioni: 7
Dove: Netflix

È una delle più famose serie giudiziarie di sempre, su un’avvocata che torna a lavorare dopo che suo marito finisce in carcere per uno scandalo di corruzione. Ci sono storie autoconclusive ed altre orizzontali, ed è una di quelle che creano più dipendenza in questa lista.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.