Il Consiglio Europeo non ha trovato un accordo sul rinnovo delle principali cariche istituzionali dell’Unione Europea

Il Consiglio Europeo, l’organo dell’Unione Europea che raduna i capi di stato e di governo, non ha trovato l’accordo sul rinnovo delle principali cariche istituzionali dell’Unione durante la riunione di giovedì: su tutte la presidenza della Commissione Europea – cioè il governo dell’Unione – e quella del Consiglio Europeo stesso. Al termine della riunione di ieri, l’attuale presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk ha diffuso un comunicato spiegando che nessun candidato aveva raggiunto la maggioranza e che il Consiglio si riunirà nuovamente il 30 giugno per trovare un accordo sulle nomine. Oltre a quelle per la Commissione Europea e per il Consiglio Europeo, nelle prossime settimane dovrà anche essere nominato il nuovo presidente della Banca Centrale (BCE), cioè il sostituto di Mario Draghi, mentre il 2 luglio il Parlamento Europeo dovrà indicare il nuovo presidente, che prenderà il posto di Antonio Tajani.

(Leon Neal/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.