Robin Van Persie nell'ultima partita della sua carriera (Getty Image)
  • Sport
  • lunedì 27 maggio 2019

De Rossi e gli altri che hanno salutato

Da Arjen Robben a Franck Ribery, con la fine dei campionati di calcio è stata una settimana di commiati

Robin Van Persie nell'ultima partita della sua carriera (Getty Image)

Nell’ultimo fine settimana si sono conclusi tutti i maggiori campionati di calcio europei, e come ogni anno tanti professionisti hanno disputato le loro ultime partite, della carriera o con le squadre dove sono diventanti grandi. L’addio più toccante è stato quello di Daniele De Rossi allo Stadio Olimpico di Roma. Una settimana prima, sempre in Serie A, era toccato ad Andrea Barzagli e Sergio Pellissier salutare il loro pubblico dopo anni di domeniche passate insieme. In Germania, invece, si è pianto per il saluto congiunto ad Arjen Robben, Franck Ribery e Rafinha, tre pilastri dell’ultimo decennio del Bayern Monaco. Si è pianto anche a Madrid per la partenza di Diego Godin, colonna portante e capitano dell’Atletico, che dalla prossima stagione giocherà con l’Inter. Un altro capitano, invece, ha scelto di togliersi una bella soddisfazione all’ultima partita della carriera, battendo i rivali di sempre in una finale di coppa nazionale, in casa loro.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.