Un momento del varo della nave militare Trieste (ANSA/CESARE ABBATE)
  • Italia
  • sabato 25 Maggio 2019

Trieste, la più grande nave militare italiana costruita nel Dopoguerra

È stata varata oggi a Castellammare di Stabia, alla presenza di Sergio Mattarella e Luigi Di Maio

Un momento del varo della nave militare Trieste (ANSA/CESARE ABBATE)

Sabato a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, è stata varata Trieste, la più grande nave militare italiana costruita nel Dopoguerra. Trieste è enorme: è lunga 245 metri e ha una massa di 33mila tonnellate (per fare un paragone: la portaerei Cavour, una delle due portaerei della Marina italiana, si ferma a 27.900 tonnellate). Alla cerimonia di varo erano presenti anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, e la ministra della Difesa, Elisabetta Trenta.

Ufficialmente, ha scritto Repubblica, la Trieste è una Lhd, acronimo inglese che si usa per indicare una portaelicotteri, ed è stata presentata come una “nave di pace”, ovvero come un’unità “a doppio uso” pronta per essere usata dalla Protezione civile in caso di disastri e catastrofi: a bordo è stato allestito un ospedale con tutte le apparecchiature, le sale operatorie e 600 posti letti destinati ai militari, ma in caso di necessità possono accogliere anche civili vittime di disastri. Secondo alcuni appassionati ed esperti, però, Trieste sarebbe stata attrezzata in realtà per diventare una super-portaerei, «pronta a lanciare una squadriglia dei nuovi F-35 B a decollo quasi verticale», aggiunge Repubblica. Per ora comunque non si hanno conferme di questa ipotesi. La definitiva consegna di Trieste alla Marina Militare italiana è prevista per il giugno 2022.

TAG: