Weekly Post #19 – Aggiustare il clima

Quanto è reversibile il riscaldamento globale e cosa (non) stiamo facendo per provarci, nella nuova puntata del podcast del Post

Un parco eolico in Germania, e sullo sfondo una centrale energetica a carbone. (Sean Gallup/Getty Images)

Gli ultimi mesi hanno visto una grande presenza del riscaldamento globale nel dibattito pubblico: prima per via di un allarmante rapporto dell’ONU, poi per il movimento guidato dalla giovane svedese Greta Thunberg, e negli ultimi giorni per una protesta più aggressiva ed efficace del solito, quella del gruppo Extinction Rebellion a Londra. Il denominatore comune di queste rivendicazioni è un approccio drastico alla riduzione di emissioni. Stefano Caserini, ingegnere ambientale, docente di mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano, ci parla della reversibilità del riscaldamento globale, di cosa sta succedendo nel settore della mitigazione dei cambiamenti climatici, e del rapporto tra i comportamenti individuali e le grandi azioni politiche internazionali. Il Weekly Post è disponibile su Spreakersu Spotifysu iTunes e su Google Podcast.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.