• sabato 9 marzo 2019

Inghilterra-Italia del Sei Nazioni di rugby in TV e in streaming

Oggi alle 17.45 l'Italia gioca a Twickenham nel quinto turno del torneo: i link per seguirla in diretta

Sei Nazioni: Inghilterra-Italia (Dmax, ore 17.45)

Inghilterra-Italia è una delle partite del quarto turno del torneo Sei Nazioni. Si gioca oggi pomeriggio alle 17.45 allo stadio Twickenham di Londra e sarà trasmessa in chiaro su DMAX. Dopo tre sconfitte nelle prime tre partite, l’Italia di Conor O’Shea ritorna a Londra due anni dopo la partita in cui sfiorò l’impresa sorprendendo gli avversari con la tattica del no ruck, ora vietata dal regolamento. Si troverà davanti un’Inghilterra terza nel ranking mondiale e ancora in corsa per la vittoria del torneo, nonostante la sconfitta subita a Cardiff contro il Galles. Ora è al secondo posto e dovrà continuare a vincere per sperare di poter conquistare il torneo all’ultima giornata contro la Scozia. L’Italia è quindi nettamente sfavorita e dovrà giocare al suo meglio per restare almeno in partita per ottanta minuti.

Dove vedere Inghilterra-Italia

Tutte le partite del Sei Nazioni verranno trasmesse in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre, con il commento di Antonio Raimondi e Vittorio Munari. Gli incontri saranno preceduti dalla trasmissione Rugby Social Club condotta da Daniele Piervincenzi e potranno essere visti anche in streaming da pc, tablet e smartphone sul sito Dplay, raggiungibile da qui.

Le formazioni di Inghilterra-Italia

Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Edoardo Padovani, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse (c), 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Federico Ruzza, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti

Inghilterra: 15 Elliot Daly, 14 Joe Cokanasiga, 13 Manu Tuilagi, 12 Ben Te’o, 11 Jonny May, 10 Owen Farrell, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Tom Curry, 6 Brad Shields, 5 George Kruis, 4 Joe Launchbury, 3 Kyle Sinckler, 2 Jamie George, 1 Ellis Genge

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.