L’ISTAT dice che nel quarto trimestre del 2018 il PIL italiano si è contratto dello 0,1 per cento (e non dello 0,2 per cento)

L’ISTAT dice che nel quarto trimestre del 2018 il PIL si è contratto dello 0,1 per cento, e non dello 0,2 per cento come stimato in precedenza. Questa revisione significa che è confermato che l’Italia sia tecnicamente in recessione, per aver avuto due trimestri consecutivi di contrazione del PIL. Prima della contrazione dell’estate 2018, il PIL dell’Italia cresceva ininterrottamente dal 2014, cioè da quattordici trimestri consecutivi.

(TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)