Le cose da sapere su Gué Pequeno, ospite a Sanremo

È un rapper che ha successo da almeno dieci anni e stasera sarà sul palco di Sanremo per duettare con Mahmood

(Massimo Solimene/Pacific Press via ZUMA Wire/ANSA)

Gué Pequeno è un rapper milanese di 38 anni, in attività dal 1997. Stasera duetterà con Mahmood sul palco di Sanremo, durante la quarta serata del Festival dedicata ai duetti tra cantanti in gara e ospiti (gli altri ospiti di stasera li trovate qui). Il vero nome di Gué Pequeno è Cosimo Fini: all’inizio della carriera scelse il soprannome “Il Guercio”, dovuto alla ptosi palpebrale — cioè un difetto fisico che causa l’abbassamento della palpebra — che ha dalla nascita. Dopo divenne “Gué Pequeno” a causa della sua passione per il film brasiliano City of God, in cui c’è un narcotrafficante di nome Zé Pequeno.

Gué Pequeno iniziò la sua attività musicale dopo aver conosciuto un altro rapper milanese, Jake La Furia: insieme a lui e al suo compagno di scuola Dargen D’Amico fondarono un collettivo chiamato Sacre Scuole, iniziando a collaborare anche con Don Joe che divenne loro beatmaker, cioè quello che produce le basi. Dopo poco il collettivo si sciolse e Gué Pequeno formò i Club Dogo insieme a Jake La Furia e Don Joe, gruppo importante per l’hip-hop italiano e con cui Gué Pequeno pubblicò 7 dischi tra il 2003 e il 2014. Negli ultimi anni Gué Pequeno si sta concentrando sulla sua carriera da solista, con la quale ha avuto numerosi successi: ha ricevuto critiche positive per la sua abilità di rinnovarsi negli anni, adeguandosi all’ascesa della trap nonostante faccia parte della “vecchia scuola”, cioè, semplificando, le precedenti generazioni di rapper italiani.

Nel 2018, infatti, Gué Pequeno ha firmato per la casa discografica di Sfera Ebbasta, la Billionaire Headz Music Group, e nel suo sesto disco da solista, Sinatra, ci sono numerose collaborazioni con rapper più giovani come lo stesso Sfera Ebbasta e altri.

Dopo l’uscita del disco Gué Pequeno è apparso per la prima volta in programmi televisivi, prima su La 7 a Miss Italia e poi anche sulla Rai, alla trasmissione in prima serata Nemo – nessuno escluso. Oggi sarà la sua prima volta al Festival Sanremo, benché da ospite e non da concorrente.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.