Gucci ha ritirato un maglione considerato razzista

L’azienda italiana Gucci ha ritirato dal mercato un maglione a collo alto con un passamontagna, accusato di razzismo: a molti, soprattutto negli Stati Uniti, ha ricordato il “blackface“, la pratica dei bianchi di dipingersi la faccia di nero per offendere gli afroamericani. Gucci si è scusata sui social network ribadendo che la «diversità è un valore fondamentale» al centro di «ogni decisione che prendiamo». Il maglione, in lana nera, costava più di 780 euro.

Leggi anche:
Le settimane di sfilate hanno ancora senso?
– Ci sono grossi sconti sul sito dei sex toy più belli in circolazione
Perché il lucidalabbra è tornato di moda

Sarebbe meglio non tingersi la faccia di nero per mostrarsi antirazzisti

(AP Photo)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.