Marek Hamsik in Napoli-Frosinone di Serie A (Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 4 febbraio 2019

Marek Hamsik lascia il Napoli

Il capitano – nonché uno dei giocatori più importanti e rappresentativi della storia del club – andrà a giocare in Cina

Marek Hamsik in Napoli-Frosinone di Serie A (Getty Images)

A un quarto d’ora dal termine della partita della ventiduesima giornata di Serie A tra Napoli e Sampdoria, il centrocampista e capitano del Napoli, lo slovacco Marek Hamsik, ha salutato il pubblico e ha ricevuto una standing ovation anche dai compagni di squadra in panchina: non perché avesse segnato, ma perché quella è stata con ogni probabilità la sua ultima partita allo stadio San Paolo dopo dodici anni passati con il Napoli. Hamsik, che ha 31 anni, verrà ceduto ufficialmente al Dalian Yifang, squadra cinese allenata dal tedesco Bernd Schuster, per circa venti milioni di euro. In Cina – dove il campionato inizia a marzo — riceverà almeno 8 milioni all’anno per le prossime tre stagioni, al termine delle quali tornerà probabilmente allo Slovan Bratislava, la squadra slovacca in cui è cresciuto, per chiudere la carriera.

Hamsik arrivò in Italia quando fu comprato dal Brescia, nel 2004. Dopo due anni di Serie B, il Napoli lo comprò come rinforzo per il suo ritorno in Serie A. Nelle ultime dodici stagioni con il Napoli è stato sempre titolare e non ha mai giocato meno di trenta partite stagionali, a eccezione della stagione 2013/14. Col tempo è diventato uno dei giocatori più importanti e rappresentativi della storia del Napoli, oltre che uno dei centrocampisti più completi in circolazione. Detiene tuttora sia il record di presenze con il Napoli, 520, che di gol, 121, sei in più di Diego Armando Maradona. Nella stagione in corso, con Carlo Ancelotti come allenatore, è stato sempre utilizzato in Champions League, giocando però meno del solito in campionato.

Già la scorsa estate Hamsik sembrava vicino a un trasferimento in Cina, ma poi fu proprio l’arrivo di Ancelotti a convincerlo a restare ancora a Napoli. Il Dalian Yifang, tuttavia, ha presentato nuovamente un’offerta cospicua sia per lui che per il club. Come confermato da Ancelotti al termine della partita contro la Sampdoria, Hamsik ha espresso la sua intenzione di accettare l’offerta del Dalian.

Hamsik saluta Fabio Quagliarella dopo la sostituzione (Getty Images)

Il Napoli si priverà così di un centrocampista dalle qualità uniche e ancora in buona forma; e Hamsik sarà il secondo in quel ruolo a essere ceduto nel mercato invernale dopo il croato Marko Rog, andato in prestito al Siviglia. In squadra ora rimangono i centrocampisti Diawara, Allan, Ruiz e Zielinski, e il reparto non potrà essere rinforzato poiché la finestra di mercato si è già chiusa. I quattro centrocampisti ancora in rosa solitamente non sono soggetti a infortuni di lunga durata, ed è vero anche che il Napoli, oltre a essere stato eliminato dalla Coppa Italia, difficilmente raggiungerà la Juventus entro la fine del campionato. Ma è ancora in corsa in Europa League, dove per arrivare alla finale bisogna giocare otto partite infrasettimanali, la metà delle quali all’estero. In caso di infortuni e squalifiche la situazione a centrocampo potrebbe complicarsi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.