Giachetti dice che punta a «vincere su tutti» alle primarie del PD

«Non faccio battaglie di testimonianza»

(ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

Il candidato alla segreteria del Partito Democratico Roberto Giachetti ha detto in un’intervista a Repubblica di puntare a vincere le primarie del partito, che si terranno il prossimo 3 marzo, e di non voler soltanto superare il candidato che si suppone arriverà secondo, cioè Maurizio Martina. Giachetti è arrivato terzo nel congresso del partito ed è oggi dato per terzo anche dai principali sondaggi.

Pensa di superare Martina ai gazebo?

Punto a vincere su tutti, mica solo su Martina. Non faccio battaglie di testimonianza. Partendo da questo dato tra gli iscritti si apre la possibilità di qualunque risultato alle primarie del 3 marzo. Il voto nei circoli è più organizzato, l’altro più libero: quindi siamo avvantaggiati.

La fiducia di Giachetti, ha detto lui stesso nell’intervista, deriva dal risultato sopra le aspettative ottenuto nella fase del congresso, in cui i circoli del partito hanno scelto i tre candidati che si sfideranno alle primarie libere. Giachetti, che si è candidato in una specie di “ticket” insieme alla deputata Anna Ascani, ha ottenuto più dell’11 per cento delle preferenze, che ha definito un «successo» spiegando che si aspettava soltanto il 5 per cento. Nicola Zingaretti, dato per nettamente favorito, ha ottenuto quasi il 48 per cento delle preferenze, mentre Maurizio Martina ha preso il 36,33 per cento. Giachetti in pratica ha fatto capire di ritenere che la sua candidatura potrebbe andare ancora meglio alle primarie aperte.

Mostra commenti ( )