• Mondo
  • martedì 15 gennaio 2019

Questo è quello che succede quando lasci che sia Trump a organizzare un ricevimento

Dando la colpa allo shutdown per la mancanza del servizio di catering, il presidente degli Stati Uniti ha fatto arrivare centinaia di hamburger, patatine e pizza

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, davanti al banchetto a base di fast food

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto preparare un banchetto alla Casa Bianca con centinaia di hamburger, patatine fritte e altro cibo proveniente da alcuni fast food di Washington, dicendo di averlo dovuto fare perché a causa della parziale chiusura del governo (“shutdown”), non era disponibile il normale servizio di catering. L’evento è stato organizzato per accogliere i Clemson Tigers, i vincitori del Campionato nazionale di football per college. Ai giornalisti, Trump ha detto di avere pagato personalmente il conto dei vari fast food, ma non ha specificato quanto avesse speso.

Lo shutdown prosegue ormai da 24 giorni e non è chiaro quando potrà finire. Sta interessando circa 800mila impiegati degli uffici pubblici, compresa parte dello staff della Casa Bianca, costretto a ferie forzate o a lavorare senza paga. Si stima che nel complesso la chiusura stia riguardando un quarto delle attività federali.

(Chris Kleponis-Pool/Getty Images)

Trump si è rifiutato di firmare la nuova legge di bilancio, perché non comprende una voce di spesa da 5,7 miliardi di dollari per iniziare la costruzione del muro lungo il confine tra Stati Uniti e Messico, come aveva più volte promesso in campagna elettorale e nei suoi primi due anni da presidente. I Democratici, che ora controllano la Camera al Congresso, sono contrari a finanziare l’iniziativa e la differenza di vedute ha portato a uno stallo che ormai dura da settimane, con gli uffici governativi che hanno dovuto interrompere tutte le attività non essenziali in attesa della nuova legge di bilancio.

(SAUL LOEB/AFP/Getty Images)

Il banchetto a base di cibo da fast food è stato imbandito utilizzando vassoi, tovaglioli e altre stoviglie con gli emblemi della presidenza degli Stati Uniti. Gli hamburger provenivano da diversi fast food come McDonald’s e Wendy’s, ma c’erano anche fette di pizza e qualche insalata.

(SAUL LOEB/AFP/Getty Images)

Durante l’evento, Trump ha detto: “Abbiamo le pizze, 300 hamburger, tantissime patatine fritte, tutto il vostro cibo preferito. Voglio vedere che cosa resterà, perché penso non avanzerà molto”.