• Cultura
  • mercoledì 9 gennaio 2019

I film più attesi del 2019

Italiani e stranieri, nuovi e rifatti, d'azione o d'autore, con grandi attori o con grandi storie

Fare una lista dei film più attesi dell’anno è difficile. Perché si parla di cose che per la maggior parte nessuno ha ancora visto, e perché c’è chi aspetta più i film d’azione, chi più i film d’autore e chi i film di chissà cos’altro. Abbiamo provato a mettere un po’ di tutto, tra le cose che probabilmente si faranno più apprezzare o vedere nel prossimo anno. (Un anno fa ci avevamo abbastanza preso, tra l’altro).  “Attesi” vuol dire – di volta in volta – che se ne parlerà, che probabilmente incasseranno tanti soldi o che potrebbero piacere molto ai critici.

Ci sono una cinquantina di film e quando possibile c’è già il trailer, così vi fate un’idea. Per gennaio ci sono le date di uscita italiana, così potete fare programmi. Da febbraio in poi ci sono invece le date di uscita negli Stati Uniti: spesso la data italiana non è ancora stata decisa. Tanto non è che dovete fare programmi ora per un film da vedere ad aprile, basta sapere che arriverà.

Benvenuti a Marwen (1o gennaio)

Premessa: negli Stati Uniti è già uscito e a molti critici non è piaciuto. Ma è così strano che merita di stare in questo elenco, anche perché così avete già qualcosa da andare a vedere a gennaio. È diretto da Robert Zemeckis – regista di Ritorno al futuro, Chi ha incastrato Roger Rabbit, Forrest Gump e Cast Away – e ha per protagonista Steve Carell. Il film si basa sulla storia vera di Mark Hogancamp, un artista e fotografo che in seguito a un’aggressione ebbe gravi problemi di memoria e perse la capacità di parlare e camminare. Hogancamp iniziò però a costruire la miniatura di una città ai tempi della Seconda guerra mondiale. Il film è un interessante incastro tra realtà e animazione digitale.

Creed II (24 gennaio)

È il secondo film dello spinoff della saga di Rocky. Il precedente fu molto apprezzato e anche questo, già uscito negli Stati Uniti, è andato bene. Racconta la storia di Adonis Creed, figlio di Apollo Creed, il pugile che nei primi film della saga è prima rivale e poi amico di Rocky. Il protagonista è sempre Michael B. Jordan e certo, Sylvester Stallone continua a essere Rocky Balboa.

La favorita (24 gennaio)

È ambientato in Inghilterra all’inizio del Diciottesimo secolo, al tempo della guerra tra Francia e Inghilterra. Quando la regina era Anna ma a governare davvero era la sua amica Lady Sarah. Emma Stone interpreta una nuova cameriera che arriva e inizia a passare sempre più tempo con la regina, interpretata da Olivia Colman. Il regista è Yorgos Lanthimos, noto per aver diretto Il sacrificio del cervo sacro e The Lobster. Non aspettatevi quindi un normale film storico. È tra i film che si pensa potranno ricevere più nomination per gli Oscar.

Se la strada potesse parlare (24 gennaio)

È il nuovo film di Barry Jenkins, regista di Moonlight, tratto da una storia di James Baldwin, su una donna incinta che deve dimostrare l’innocenza del marito, accusato di cose gravi. In America è piaciuto tanto, soprattutto alla critica.

Green Book (31 gennaio)

Un altro film da Oscar, nel senso che ha concrete possibilità di vincere l’Oscar per il miglior film, ma anche qualche altro (dopo che ha già vinto tre Golden Globe). Il regista è Peter Farrelly – noto per Scemo & più scemo e Tutti pazzi per Mary – ma è un film di altro tenore e livello. È tratto da una storia vera e parla dell’amicizia tra un buttafuori/autista italoamericano e il pianista jazz Don Shirley, che deve fare un tour nel sud degli Stati Uniti negli anni Sessanta. Sono interpretati da Viggo Mortensen e Mahershala Ali, entrambi riempiti di elogi per le loro interpretazioni. Il titolo ha a che fare col nome di una guida turistica degli stati del Sud, per i neri che ci volevano viaggiare.

Il primo re (31 gennaio)

È diretto da Matteo Rovere, il regista di Veloce come il vento, parla di Romolo e Remo e i due fratelli sono interpretati da Alessio Lapice e Alessandro Borghi. Come si capisce dal trailer sarà un film molto crudo e violento, con cose che ricordano di volta in volta The Revenant o Apocalypto. Ci saranno pochi dialoghi, e quelli che ci saranno saranno in protolatino, la lingua che si pensa si parlasse allora in quei luoghi.

Il corriere – The Mule (febbraio)

È il nuovo film di Clint Eastwood e parla di un uomo di novant’anni, un veterano della guerra in Corea, che viene scoperto mentre trasporta tre milioni di dollari di cocaina nell’Illinois, per conto di un cartello della droga messicano. Eastwood interpreta anche il protagonista e tra gli altri ci sono anche Bradley Cooper, Laurence Fishburne, Michael Peña, Dianne Wiest e Andy García. Il film è ispirato a una storia vera, raccontata nel 2014 dal New York Times.

The Front Runner (febbraio)

Hugh Jackman interpreta Gary Hart, il senatore del Colorado che nel 1988 era considerato il favorito per le primarie presidenziali dei Democratici, ma che poi finì in mezzo a uno scandalo sessuale che ne compromise la carriera. Le primarie le vinse poi vinte Michael Dukakis, che poi perse contro George H. W. Bush.

Copia originale (febbraio)

È piaciuto molto negli Stati Uniti e il critico del New York Times A. O. Scott ha scritto che «raggiunge un certo grado di perfezione». Parla di una biografa che per fare soldi si mette a falsificare lettere di persone famose e morte. A un certo punto decide, con un complice, di rubare alcune lettere vere per rivenderle. I protagonisti sono Melissa McCarthy e Richard E. Grant.

La paranza dei bambini (febbraio)
Il film tratto dal romanzo omonimo di Roberto Saviano e diretto da  Claudio Giovannesi, il regista di Fiore. La storia è quella di un gruppo di bambini che crescono e si fanno strada nel mondo della Camorra.

Alita – Angelo della Battaglia (febbraio)

Primo film di fantascienza della lista. È un progetto su cui James Cameron – ha diretto Avatar e Titanic, forse ne avete sentito parlare – si è arrovellato per anni. Poi però ha capito di essere troppo preso dai sequel di Avatar e ha lasciato la regia a Robert Rodriguez. Parla di un androide is in un mondo post-apocalittico ed è tratto da un celebre manga di Yukito Kishiro. La protagonista deve capire chi è o cosa è, e poi anche salvare il mondo. Se siete confusi, il trailer aiuta.

Momenti di trascurabile felicità (marzo)

Il libro, scritto da Francesco Piccolo, andò molto bene. Sebbene non sembrava potersi prestare a un adattamento cinematografico ce l’hanno fatta. Il film, con Pif e Renato Carpentieri, parlerà di un uomo a cui, dopo che è morto, concedono di tornare sulla Terra per 92 minuti.

Missing Link (aprile)

Un film d’animazione su uno studioso che cerca “l’anello mancante” tra uomo e scimmia. E lo trova. È fatto dallo stesso studio di animazione di Coraline e la porta magica e di Kubo e la spada magica.

Captain Marvel (marzo)

Il 21° film dell’Universo Cinematografico Marvel. Il primo con una donna protagonista. Brie Larson interpreta infatti Carol Danvers, un’ex pilota di aerei da guerra che dopo essere diventata una specie di agente segreto intergalattico dovrà salvare la Terra dagli alieni. Il film sarà ambientato negli anni Novanta. Ci sarà anche Nick Fury, con un Samuel L. Jackson ringiovanito digitalmente. È ambientato nel passato, ma potrebbe dare qualche risposta alle tante domande di Avengers: Infinity War.

Triple Frontier (marzo)

Cinque ex membri delle forze speciali statunitensi si riuniscono per rapinare un signore della droga, con tante e complicate conseguenze. I cinque sono Ben Affleck, Oscar Isaac, Charlie Hunnam, Garrett Hedlund e Pedro Pascal. È un film di Netflix.

Dumbo (marzo)

È il film della Disney sul piccolo elefante con le orecchie grandi, girato con una tecnica mista che unisce il live action (cioè gli attori veri) alla grafica fatta al computer. La regia è di Tim Burton e nel cast ci sono Colin Farrell, Michael Keaton, Danny DeVito e Eva Green.

The Beach Bum (marzo)

Matthew McConaughey che interpreta un tizio strambo. Sì, c’è anche Snoop Dogg. Il regista è Harmony Korine, noto per Spring Breakers.

Noi (marzo)

È il nuovo film di Jordan Peele, apprezzatissimo per l’horror Get Out. Per ora si sa pochissimo della trama: solo che i protagonisti saranno Lupita Nyong’o e Winston Duke, una coppia sposata con strane visioni riguardanti forbici d’oro.

Cafarnao (aprile)

È diretto dalla regista libanese Nadine Labak e parla di un bambino di Beirut, in Libano, che intenta una causa legale contro i genitori per averlo messo al mondo. La maggior parte degli attori sono non professionisti.

Peterloo (aprile)

È diretto dal britannico Mike Leigh e parla del Massacro di Peterloo che avvenne nel 1819 a Manchester, in Inghilterra, quando la cavalleria britannica represse con la forza una folla di 60mila persone che chiedeva pacificamente delle riforme.

Under the Silver Lake (aprile)

È diretto da David Robert Mitchell, il regista di It Follows, e parla di un ragazzo – interpretato da Andrew Garfield – che sviluppa un’ossessione per l’omicidio irrisolto di un miliardario e la sparizione di una ragazza. È un neo-noir, dice chi l’ha visto.

High Life (aprile)

Parla di un gruppo di carcerati che vengono convinti, in cambio della promessa di un’eventuale libertà, a partecipare a una missione spaziale verso un buco nero. Ci recitano Juliette Binoche e Robert Pattinson.

Avengers: Endgame (aprile)

Se avete visto Infinity War – e visti i dati di incasso probabilmente l’avete visto – già sapete. Si sa ancora pochissimo sul film, ma a dirigerlo saranno ancora Anthony e Joe Russo. Per chi non lo avesse visto, stiamo sempre parlando di supereroi della Marvel.

I fratelli Sisters (maggio)

È il primo film in inglese del regista francese Jacques Audiard ed è un western. È tratto dal romanzo Arrivano i Sister di Patrick deWitt e nel cast ci sono John C. Reilly, Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal e Riz Ahmed. A Venezia, dove lo presentarono, piacque molto.

Ad astra (maggio)

È un film di fantascienza in cui Brad Pitt interpreta un ingegnere dell’esercito che viaggia verso Nettuno per cercare il padre, di cui si sono perse le tracce da anni.

Detective Pikachu (maggio)

È un film tratto da un famoso e longevo franchise sui Pokémon, strani animaletti con poteri che combattono tra loro guidati dai loro allenatori (esistono videogiochi, giochi di carte, cartoni animati e più o meno qualsiasi prodotto di intrattenimento). Il film parla di un ragazzo che dopo aver abbandonato la carriera da allenatore di Pokémon si trasferisce a Ryme City, dove umani e Pokémon vivono insieme, per trovare il padre scomparso in un misterioso incidente stradale. Lì incontra il vecchio partner del padre, un esemplare di Pikachu che solo lui capisce. Nella versione originale Pikachu è doppiato da Ryan Reynolds.

Aladdin (maggio)

Un altro rifacimento con attori veri del famoso cartone Disney su Aladino e il Genio nella lampada. Il regista è Guy Ritchie e il Genio è Will Smith.

Rocketman (maggio)

Taron Egerton interpreta Elton John e se ne parla come di un “musical fantasy”. Aspettatevi quindi tante belle canzoni ma una narrazione meno canonica rispetto a Bohemian Rhapsody.

Men in Black: International (giugno)

Un nuovo Men in Black, con Chris Hemsworth e Tessa Thompson.

Toy Story 4 (giugno)

Un nuovo Toy Story. La trama è simile a quella dei film precedenti: nella casa dove è ambientata la saga arriva un nuovo giocattolo che si porta dietro problemi e costringe i protagonisti a varie peripezie. Ci sono ancora Woody e Buzz Lightyear, ovviamente.

Ford V. Ferrari (giugno)

La storia di come Henry Ford II si mise in testa di costruire una macchina (Ford GT40) che potesse battere la Ferrari alla 24 Ore di Le Mans del 1966. Enzo Ferrari è interpretato da Remo Girone e nel film ci sono anche Christian Bale e Matt Damon.

Il re leone (luglio)

Come Dumbo e come Aladdin, rifacimento di un vecchio film Disney. Con le voci di Donald Glover e Beyoncé, tra gli altri.

Once Upon a Time in Hollywood (luglio)

Dopo averne citato per anni i film, Quentin Tarantino ha scelto di citare Sergio Leone anche in un titolo. I protagonisti saranno Brad Pitt e Leonardo DiCaprio. Sarà ambientato a Los Angeles nel 1969 e parlerà di un attore famoso per aver recitato anni prima in alcune serie tv western, e dell’attore che gli faceva da stuntman. Nella storia ci sarà anche Sharon Tate, interpretata da Margot Robbie.

Fast & Furious Presents: Hobbs & Shaw (agosto)

Uno spin-off di Fast & Furious, con Dwayne Johnson e Jason Statham.

Downton Abbey (settembre)

Il film, dopo la serie tv. Se non sapete di cosa si tratti, qui lo avevamo spiegato.

The Kitchen (settembre)

È il primo film da regista di Andrea Berloff, che si fece notare per la sceneggiatura di Straight Outta Compton. È ambientato negli anni Settanta e parla di due donne che, dopo che i mariti finiscono in carcere, ne gestiscono l’attività criminale. Ci recitano Melissa McCarthy, Tiffany Haddish ed Elisabeth Moss.

It: Chapter Two (settembre)

Sequel del film uscito nel 2017 tratto dal famoso romanzo di Stephen King It. Allora i protagonisti erano dei bambini e il film incassò circa 700 milioni di dollari. Anche questo film è tratto dal libro di Stephen King, ma la storia è ambientata 27 anni dopo quella raccontata nel primo film. Tra gli attori ci sono Jessica Chastain, James McAvoy e Bill Hader.

Gemini Man (ottobre)

Il nuovo film di Ang Lee, su un assassino che deve combattere contro il suo giovane clone. I due protagonisti sono interpretati da Will Smith.

Joker (ottobre)

La cosa più importante da sapere è che il protagonista è interpretato da Joaquin Phoenix. Il protagonista, Jocker, è il famoso personaggio dei fumetti DC, arcinemico di Batman.

The Goldfinch (ottobre)

Un adattamento del romanzo di Donna Tartt Il cardellino, che parla della vita di un ragazzo sopravvissuto all’attentato terroristico in cui muore la madre. Il protagonista è Ansel Elgort.

A Beautiful Day in the Neighborhood (ottobre)

Difficilmente in una lista di questo tipo non compare almeno una volta il nome di Tom Hanks. E infatti, questo è il film in cui Tom Hanks interpreta Fred Rogers, un protestante e personaggio televisivo americano. Matthew Rhys interpreta invece il giornalista di Esquire, dal carattere molto diverso, che va a intervistarlo.

Frozen 2 (novembre)

Sarà il sequel del famoso film di animazione del 2013, che diventò uno dei più grandi successi di sempre di Disney e arrivò a sfinire milioni di genitori in tutto il mondo a causa del successo della canzone “Let it go”. Ritornano Elsa, Anna, Kristoff e Olaf, personaggi del primo film.

Cats (dicembre)

Il film, tratto dal famosissimo musical. Il regista è Tom Hooper, che ha già diretto il musical Les Misérables. Una delle attrici sarà Taylor Swift.

Star Wars: Episodio 9 (dicembre)

Non se ne sa ancora praticamente niente. Solo che lo dirigerà J. J. Abrams, che torneranno ovviamente molti degli attori del precedente film e che, al solito, sarà ambientato «tanto tempo fa, in una Galassia lontana lontana». E comunque, non sarà l’ultimo Star Wars.

1917 (dicembre)

Un film di guerra, ambientato poco più di 100 anni fa, durante la Prima guerra mondiale. Non si sa molto altro, se non che sarà diretto da Sam Mendes, quello dei due film su James Bond Skyfall e Spectre.

Little Women (dicembre)

Greta Gerwig – la regista di Lady Bird – è sceneggiatrice e regista dell’ennesimo adattamento di Piccole donne, famoso romanzo di fine Ottocento: Saoirse Ronan, Emma Watson, Timothée Chalamet, Laura Dern, Bob Odenkirk e Meryl Streep, solo a dirne alcuni.

Chissà quando

Ammesso che tutti i film precedenti – specialmente quelli di novembre e dicembre – usciranno davvero a novembre e dicembre, ci sono alcuni altri film di cui si parla e che potrebbero uscire nel 2019, ma su cui ancora non c’è una data certa. Tra questi ci sono:

  • The Irishman: l’attesissimo film gangster di Martin Scorsese, prodotto da Netflix e con Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci.
  • The French Dispatch: il nuovo film di Wes Anderson, ambientato negli anni Cinquanta in un giornale francese, con Bill Murray, Tilda Swinton, Frances McDormand, Timothée Chalamet e Benicio del Toro.
  • Honey Boy: un film scritto da Shia LaBeouf, sulla sua complicata infanzia e adolescenza.
  • The King: un film tratto da Enrico V di William Shakespeare, con Timothée Chalamet, Joel Edgerton e Robert Pattinson.

E i film italiani più attesi

Ma ancora senza data di uscita.

  • Pinocchio: di Matteo Marrone, con Roberto Benigni che fa Geppetto.
  • Il nuovo film di Checco Zalone, su un comico napoletano sotto scorta dopo aver offeso un camorrista.
  • Il traditore: un film di Marco Bellocchio sul pentito Tommaso Buscetta, con Pierfrancesco Favino.
  •  Se ti abbraccio non aver paura, un road movie di Gabriele Salvatores.
  • Freaks Out: il nuovo film di Gabriele Mainetti, il regista di Jeeg Robot d’acciaio, su un gruppo di circensi negli anni Quaranta.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.