L’euro ha 20 anni

Nacque il primo gennaio 1999, anche se le prime monete e banconote entrarono in circolazione tre anni dopo: una breve storia

(Zheng Huansong/Xinhua via ZUMA Wire)

Il 1 gennaio 1999, esattamente 20 anni fa, undici paesi dell’Unione Europea cominciarono ad avere una moneta comune, l’euro, e diedero inizio a una politica monetaria condivisa, sotto il controllo della Banca Centrale Europea.

Al momento della sua introduzione, l’euro aveva già una lunga storia. Il percorso per arrivarci era cominciato negli anni Ottanta, con le commissioni Delors, che esaminarono e definirono i passi necessari verso la creazione di una moneta unica.
I criteri delle finanze pubbliche che gli stati avrebbero dovuto rispettare per partecipare alla moneta unica vennero fissati con il trattato di Maastricht nel 1992. Nel 1994, fu creato l’Istituto Monetario Europeo (IME), un organo transitorio che non era ancora responsabile della conduzione della politica monetaria dell’Unione Europea ma cominciò a lavorare perché la futura Banca Centrale Europea (BCE, che fu istituita nel 1998) potesse assumere quel compito.

Il nome “euro” fu adottato ufficialmente nel dicembre del 1995, al Consiglio Europeo di Madrid. La nuova valuta nacque il primo gennaio 1999: i tassi di cambio con le monete nazionali degli undici paesi partecipanti vennero fissati una volta per tutte basandosi sui valori di mercato del giorno precedente. Per tre anni la valuta venne usata solo nei pagamenti elettronici, nel 2002 infine furono introdotte le prime banconote e monete.

Vent’anni dopo, l’euro è la moneta di 19 paesi e 340 milioni di europei, ed è utilizzata da 175 milioni di persone fuori dalla zona euro. È la seconda valuta internazionale più importante, e la seconda valuta più usata al mondo: sono circa 60 i paesi che la utilizzano o legano la propria valuta all’euro.
Gli undici paesi membri originali furono Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna. La Grecia si unì nel 2001. Da allora altri sette paesi membri hanno introdotto l’euro (Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Slovacchia, Slovenia).

TAG: , ,

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.