Weekly Post #2 – Cosa è successo davvero in Arabia Saudita

Una delle storie di politica estera più grosse e incredibili dell'anno, raccontata dall'inizio nel podcast settimanale del Post

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. (AP Photo/Thanassis Stavrakis)

In questi giorni dentro molte redazioni di tutto il mondo si discute quali siano state le notizie che ricorderemo del 2018, e di sicuro l’omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi è una di queste. Ma per capire quell’episodio e soprattutto le conseguenze che ha avuto nel resto del mondo bisogna partire da più lontano: da poco più di un anno fa, con un’epurazione ai vertici della politica dell’Arabia Saudita e un elicottero caduto. Nella nuova puntata del Weekly Post Elena Zacchetti ci spiega come il principale alleato degli Stati Uniti nel mondo arabo sia passato, in pochi mesi, da un piano di riforme acclamato in tutto l’Occidente allo sfrontato e spregiudicato omicidio di un giornalista. E ci racconta la storia del principe ereditario Mohammed bin Salman, passato dagli apprezzamenti di chi lo considerava un sovrano illuminato alle accuse di chi ora lo vede come un dittatore sanguinario. Il Weekly Post è disponibile su Spreakersu Spotify e su iTunes. Ascoltatelo e poi consigliatelo a chi vi sta simpatico, se vi è piaciuto.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.