Per davvero però

Un regalo di Natale al giorno: –16

Un regalo che fa sempre piacere ricevere e che l'anno scorso è stato molto apprezzato dai lettori del Post

Per davvero però

Ci sono quelli che ogni gennaio aprono un documento Excel, su cui annotano diligentemente quale regalo fare ad ogni amico e parente per il Natale successivo.
A ottobre li comprano. E poi ci sono quelli che il pomeriggio del 24 dicembre, nel panico delle ultime ore, si trovano in un negozio pieno di gente a comprare i soliti calzini. Puntualmente, negli istanti prima di essere travolti da una famiglia con nonni e carrelli al seguito, si maledicono e si promettono: «L’anno prossimo i regali li compro in anticipo, su internet». Puntualmente, si ritrovano il 24 dicembre dell’anno dopo a essere travolti dalla stessa famiglia, che nel frattempo ha un bambino in più.

Visto che i primi sono supereroi e i supereroi se la cavano benissimo da soli, e visto che quelli della seconda categoria – gli umani, insomma – sono la grande maggioranza, il Post ha pensato a un piano di compromesso per cercare di salvarli.
Un regalo di Natale al giorno: per un mese, fino al 24 dicembre, vi suggeriamo un oggetto che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Uno solo al giorno, per non impegnarvi troppo: se può funzionare per qualcuno che conoscete, cliccate, comprate, e risolto. Se no, riproviamo il giorno dopo: non chiuderà la pratica-regali, ma speriamo di aiutarvi a smaltirne una parte. E se nel frattempo imbarchiamo qualcuno della mozione Flanagin, anche meglio.

Tra le idee per regali di Natale che il Post ha messo insieme l’anno scorso, una delle più apprezzate dai lettori è stata il vibratore sonico per il clitoride (la, se preferite) di Lelo. È la più nota azienda di sex toy tra quelle che danno molta attenzione al design dei loro prodotti: non solo per farli funzionare tecnicamente ma anche per renderli più attraenti dal punto di vista visivo e tattile, anche per chi si limita a guardarli. Dato il grande successo, vi riproponiamo più o meno la stessa idea anche quest’anno, con qualche consiglio in più e la segnalazione di una novità.

Il vibratore di cui avevamo parlato l’anno scorso, il Sona, esiste in due versioni: il Sona e basta (99 euro) e il Sona Cruise (129 euro). Entrambi stimolano il clitoride non con le vibrazioni meccaniche dei comuni vibratori, ma emettendo onde soniche: grazie a questa tecnica, dice Lelo, arriva a tutte le parti del clitoride comprese quelle che non si vedono, cioè la maggior parte. Nella pratica bisogna avvicinare la loro piccola propaggine alla parte esterna del clitoride e più o meno basta così.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

Ci sono 8 modalità di vibrazione che si selezionano spingendo un tasto (un piccolo difetto, se volete: se volete mettere l’ottava dovete spingerlo sette volte) e si può aumentare o diminuire l’intensità con altri due tasti, + e -. Sono impermeabili, si ricaricano con un cavo USB che si collega ai caricatori per smartphone e non fanno tanto rumore. Il Sona Cruise ha in più la funzione automatica Cruise Control: quando il vibratore viene premuto con forza contro il corpo evita che ci sia una riduzione d’intensità come succede di solito con i vibratori. Sona e Sona Cruise ci sono in rosa, fucsia e nero e si possono trovare anche su Amazon, a un prezzo lievemente minore.

Tra i prodotti di Lelo si fa notare in modo particolare anche Luna Smart Bead, un piccolo vibratore da inserire nella vagina progettato non tanto per avere degli orgasmi (anche se fa anche quello) ma per allenarsi in modo da averne di più intensi, esercitando i muscoli del pavimento pelvico. È una cosa che normalmente si fa con gli esercizi Kegel, pensati in origine per contrastare l’incontinenza, e si possono praticare usando palline come queste. Con Luna Smart Bead (che va a pile e costa 119 euro) gli esercizi diventano più facili perché guidati da una vibrazione: ogni volta che la si sente bisogna contrarre i muscoli e gli esercizi sono progressivi. Forse vanno bene anche per migliorare il vostro Mula bandha, ma non ditelo al vostro insegnante di yoga.

Anche se non va bene come regalo di Natale (si può solo preordinare per ora e arriverà a marzo), per parità tra i sessi, segnaliamo anche la grande novità di Lelo di quest’anno: non è né un vibratore clitorideo e nemmeno uno vaginale, ma un prototipo per un nuovo sex toy per chi ha il pene. Si chiama F1 (anche lo spot fatto per pubblicizzarlo fa pensare a un’automobile molto veloce) e in breve è un cilindro con l’interno in silicone in cui si inserisce il pene. Come il Sona, funzionerà con onde soniche e si potrà connettere a una app per tener traccia dei dati relativi alle proprie “performance”. In ogni caso, se volete regalare un sex toy a una persona con il pene, Lelo ha varie alternative.

Se siete preoccupati per il possibile imbarazzo derivante dal ricevere un pacchetto di Lelo davanti a un vicino o in ufficio, non siatelo: sono molto discreti e da fuori non c’è modo di capire cosa contengano. Se invece pensavate a un regalo meno intimo, qui sono raccolti gli altri suggerimenti del calendario dell’avvento consumistico del Post e in questa lista e in quelle che seguono ci sono ancora altre idee:

– Regali che costano meno di 20 euro
– Regali tra i 20 e i 60 euro
– Regali tra i 60 e i 100 euro

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.