Facebook pagherà 100 milioni di euro all’Agenzia delle Entrate

Facebook ha concordato con l’Agenzia delle Entrate il pagamento di 100 milioni di euro, cifra che servirà per chiudere un contenzioso avviato in seguito alle indagini fiscali sulla società statunitense svolte dalla Guardia di Finanza, con il coordinamento della procura di Milano. Dagli accertamenti era emerso il mancato versamento di imposte per svariati milioni di euro tra il 2010 e il 2016. La cifra concordata corrisponde al totale delle imposte che non furono versate, con l’aggiunta di alcune sanzioni decise in seguito all’inchiesta. L’Agenzia delle Entrate ha comunque rivisto in parte le contestazioni iniziali, senza che questo influisse sull’accordo finale o portasse ad “alcuna riduzione degli importi contestati”. L’iniziativa rientra nella serie di attività che l’Agenzia delle Entrate ha avviato per verificare eventuali mancanze, da parte delle grandi aziende statunitensi di Internet, nel pagamento delle imposte in Italia.

(Alexander Koerner/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.