• Mondo
  • lunedì 12 novembre 2018

La Cina ha ripristinato temporaneamente il divieto di commerciare in prodotti legati alla caccia di tigri e rinoceronti

La Cina ha deciso di ripristinare temporaneamente il divieto di commerciare in prodotti legati alla caccia di specie protette come tigri e rinoceronti, dopo che a fine ottobre aveva parzialmente cancellato il divieto dicendo che avrebbe permesso il commercio in “circostanze speciali” legate a ricerca scientifica o medica. La cancellazione riguardava in particolare il commercio di unghia di tigre e di corna di rinoceronte, usate nella medicina tradizionale cinese. La decisione di cancellare il divieto aveva provocato le proteste di numerose associazioni ambientaliste ed animaliste.

(Scott Olson/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.