• Mondo
  • sabato 10 novembre 2018

Le foto del grande incendio a Malibu

È uno dei più grandi tra quelli attivi in California negli ultimi giorni, dove almeno 9 persone sono morte e ci sono decine di dispersi

Magalia, California, Stati Uniti (AP Photo/Noah Berger)

I grandi incendi che negli ultimi giorni si sono sviluppati nella California meridionale hanno causato grandi danni e la morte di almeno nove persone. Uno di questi sta interessando l’area di Malibu, famosa per essere popolata da numerosi attori di Hollywood e personaggi dello spettacolo, mentre un altro grande incendio più a nord ha interessato la zona della città di Paradise, dove circa 35 persone sono date per disperse. Gli incendi più estesi sono tre: Camp Fire a nord; Woolsey Fire e Hill Fire a sud. Le autorità locali hanno disposto piani di evacuazione per oltre 250mila abitanti.

Il Woolsey Fire ha iniziato a ingrandirsi rapidamente venerdì 9 novembre nella zona di Thousand Oaks, circa 65 chilometri a nord-ovest di Los Angeles. Un altro incendio, Hill Fire, si è ingrandito più o meno nelle stesse ore in un’altra zona di Thousand Oaks.

Alimentate e spinte dai forti venti, le fiamme si sono spostate verso ovest raggiungendo l’area costiera. Secondo le stime dei vigili del fuoco, almeno 140 chilometri quadrati di territorio sono interessati dagli incendi.

L’amministrazione di Malibu ha annunciato che l’incendio non è ancora sotto controllo da parte dei vigili del fuoco, e che potrebbe quindi raggiungere in poche ore diverse aree della città. Per questo è stato richiesto a tutti gli abitanti di lasciare la zona. Decine di abitazioni sono state già distrutte dalle fiamme; gli incendi hanno distrutto anche un set utilizzato da HBO per le riprese della serie televisiva Westworld.

Diversi personaggi famosi del cinema e della televisione, che vivono nella zona, hanno pubblicato sui social network fotografie degli incendi e appelli alla popolazione per mettersi al sicuro.

Più a nord, il Camp Fire ha raggiunto un’estensione di oltre 80 chilometri quadrati e ha accerchiato la città di Paradise, vicino a Sacramento. Si stima che finora l’incendio abbia distrutto almeno 6.100 edifici, avanzando molto rapidamente. Alcuni testimoni hanno raccontato di avere dovuto abbandonare le loro automobili e correre a piedi verso zone sicure, mentre avanzavano le fiamme in un quartiere della città. Nove persone sono morte: cinque sono state trovate incenerite nelle vicinanze di alcune automobili bruciate, altre tre sono state trovate morte all’esterno di un’abitazione, mentre una nona persona è stata trovata morta in casa.

In tutta la California sono attivi 16 incendi in questi giorni, che stanno interessando anche la parte settentrionale dello stato. Il fenomeno è ciclico e stagionale, ma negli ultimi anni si è intensificato a causa dei prolungati periodi di siccità e delle condizioni meteo, con venti sostenuti che favoriscono la diffusione delle fiamme.